21 maggio 2010

158 - Contro le cacche e la maleducazione. Recinzioni per cani



Buona settimana a tutti.
Va avanti la rilevazione sull'opportunità se lasciare il rosso-stop di via Vigevano o sostituirlo con i dossi artificiali.
Menù della settimana è l'educazione e il senso civico dei proprietari di cani.

Prima un Incipt un pò particolare.Lasciatemi fare "a denti molto-molto stretti" i complimenti agli interisti, da qualche anno non più inter-tristi.
A prescindere da come vada la finale di Champions (mentre scrivo, non so ancora chi alzerà al cielo la coppa con le grandi orecchie, familiare immagine per i milanisti), quella dell'Inter è stata una sagione straordinaria per la potenza che ha dimostrato in campo.
Ultimamente noi rossoneri stiamo davvero capendo cosa possa significare "non vincere mai" ("non vincete mai" era lo straordinario e ferocissimo slogan rossonero coniato nei formidabili anni in cui noi si trionfava all over the world, indirizzato verso l'altra sponda del Naviglio allora perdente),
Del resto tutto ha un inizio ed una fine.
Allontanando Leonardo si è pensato di dare una svolta, e vedremo adesso chi sarà l'allenatore.
Ma il vero problema è che l'intera macchina milanista è vecchia.
Il caro e vecchio cuore rossonero ha per davvero necessità di ringiovanire un pò.
Ecco perchè ho l'impressione che il vero cambiamento (proprio perchè tutto ha un inizio e tutto ha una fine), può arrivare solo quando B. constaterà che per lui è venuto il tempo di lasciare.
Dopo 25 anni di presidenza (e di moltissime vittorie) occorre girare pagina.
Sempre che qualcuno, ovviamente, si faccia avanti.

Veniamo al problema delle cacche dei cani.
Recentemente il Consiglio Comunale ha approvato un nuovo regolamento che disciplina la gestione degli animali domestici.
Un atto giusto che colma un gap, mi si consenta di civiltà.
Tuttavia, oltre alla questione formale, esiste anche il lato pratico.
Diversi cittadini lamentano la maleducazione dei padroni di cani che agevolano la funzione fisiologica dei loro animali in aiuole, aree verdi pubbliche, quando non in strada o sui marciapiedi.
E sono davvero pochini coloro che, muniti di paletta e sacchetto, si adoperano per rimuovere l'impresentabile lascito dei loro amici a quattro zampe.
Mi sembra che esista un'ordinanza che multa i vuncioni, ma mi sembra anche che di multe a proposito sinora ne siano state comminate ben poche.
D'altro canto pretendere che i vigili seguano come detectives chi accompagna il cane per le strade sarebbe impossibile.

E allora cosa fare ?Vale lo stesso ragionamento fatto a suo tempo per i rifiuti.
Ci sono gli incivili che buttano la carta e la plastica nei cassonetti dell'indifferenziata. Aumentiamo i cassonetti della plastica e della carta, e produciamo dei semplici opuscoli che chiariscano dove-buttare-cosa.
Gli idioti ci saranno sempre, ma almeno togliamo loro il beneficio dell'ignoranza.

Con i cani vale la stessa cosa.
Ad es. : perchè all'interno delle aree verdi, non creare delle piccole zone recintate riservate a loro, con angoli dotati di sabbia ? (in diverse realtà esistono da tempo)
Perchè non installare in prossimità delle aree verdi dei distributori di sacchetti per la raccolta delle loro feci ?
Sono proposte semplici, di costo contenuto, ma innovative e mirate a migliorare la qualità della vita dei cittaidni, dei proprietari di cani e degli stessi animali.

E allora coraggio : contro la cacca dei cani e contro la maleducazione che deturpa le strade e i giardini pubblici, qui ci sono proposte semplici, chiare e dai costi davvero contenuti.
Cambiare Sannazzaro passa anche da semplici iniziative come questa delle recinzioni per i cani, come quella dell'informazione sulla gestione dei rifiuti, come quella sulla promozione dell'acqua pubblica, come quella sui dossi artificiali, sulle nuove funzioni del sito internet del comune etc...


21 giorni!.3 settimane 3.
Il semaforo di via Vigevano non funziona.
I dossi costerebbero molto meno in manutenzione e ... funzionerebbero sempre (non proprio un dettaglio)!!

Salviamo il patrimonio comunale (versione XL).
Il pessimo stato delle strade urbane

Diverse persone mi hanno detto di parlare sul Blog del problema delle strade urbane e del loro precario stato.
In prima battuta ho dato loro la risposta che fornisco ogni qualvolta sento questi "armiamoci e partite" : e cioè, "perchè non lo chiedi direttamente in Municipio ? o in alternativa inviami una nota che la pubblico volentieri."
Ogni cittadino ha il diritto (ma anche il dovere...) di rompere le balle in Comune reclamando quello che sono i suoi diritti e avanzando le proprie istanze.
Può anche denunciare il caso alla stampa o la Blog, come hanno già fatto in molti per altre situazioni.
In ogni caso la situazione viaria in paese è davvero critica e meritevole di essere trattata sul Blog, rilanciando quello che è un malessere diffuso.
(A breve poi ci occuperemo anche dell'incomprensibile ostinazione a lasciare il doppio senso di marcia in alcuni punti davvero pericolosi. Ma questo è un altro film)

La segnaletica orizzontale in molte vie è ormai inesistente.
In diverse strade gli asfalti sono devastati con buche e avvallamenti pericolosi.
Via Mazzini è un pericolo per i ciclisti, con la pista ciclabile ormai scomparsa.
Ma le strade sono martoriate anche in zona Serempiocca, via Mongini, Via Loreto.
Segnaletica precaria anche in prossimità della scuola media di via Rossini, dove le strisce azzurre sono adesso quasi scomparse.
Strisce azzurre sparite, o quasi, anche in via Vigevano, dove si aggiunge il persistente black-out del semaforo rosso-stop.
La via in cui abito è stata asfaltata (...male) per la prima volta 16 anni fa. Poi basta.
E, ad esempio, la bella segnaletica orizzontale che delimitava tutti i parcheggi della zona del Contò, realizzata 8-9 anni fa (mi ricordo fu uno dei pochi casi in cui mi complimentai pubblicamente con l'ex-Sindaco Debattista), è del tutto scomparsa.
Da allora più nulla, se non qualche toppa qua e là.
Del resto, quello appena trascorso, è stato un inverno molto nevoso e ancora più piovoso e questo ha senza dubbio aggravato la situazione e credo che abbia anche ritardato l'avvio dei necessari lavori.
Gli interventi di ripristino massicci sono davvero urgenti e finalizzati alla sicurezza e al decoro del nostro paese.

E' per questo che ho chiesto al Vice Sindaco di avere indicazioni su come l'Amministrazione intende muoversi.
Ecco la risposta di Pietro Signorelli:
Ciao Elvio,
la via Mazzini era gia’ nel piano delle asfaltature, e la asfalteremo in giugno perche’ questi lavori vanno fatti con la bella stagione.
Per le altre vie sentiro’ l’ufficio tecnico, e i vigili per la segnaletica.
Quest’ ultima e’ molto importante, e anche lo stato delle strade, con pulizia, verde e illuminazione, sono il nostro biglietto da visita.
Pietro Signorel
li

Attendiamo fiduciosi che l'ufficio tecnico e la polizia locale esamini la situazione.
Concordo pienamente con l'importanza della segnaletica.
Quando uno entra in un centro urbano è una delle prime cose che nota, insieme alle altre citate da Signorelli.
Attendiamo fiduciosi.



Avanzo comunale di quasi 800.000 euro
790 000 euro è l'avanzo di bilancio approvato dal Consiglio Comunale.
Come cittadini siamo interessati ma solo fino a un certo punto a conoscere meriti politici.
Forse il buco lasciato dalla precedente amministrazione non c'era e forse la gestione oculata del secondo semestre del 2009 della nuova Amministrazione ha permesso di incrementare l'avanzo.
In ogno caso il paese adesso attende di sapere come impiegare i quasi 800.000 euro.
Suggerimenti ?
Tanti, basta rileggersi le proposte sul blog.
Ne aggiungerei una : un campo da calcetto per i ragazzi, peraltro gia' previsto nel piano triennale della nuova Amministrazione.
Anticiparlo sarebbe un bel regalo ai ragazzi.

Giovanni Maggi (Aria Nuova per Sannazzaro) sulle zecche nella scuola maternaSolo allo stesso vicesindaco sono noti gli oscuri obiettivi per cui ti ha chiesto di pubblicare sul blog la relazione del veterinario ASL Dr. Lusardi continuando a mettere in evidenza una vicenda che, per come è stata gestita, non fa onore all’ Amministrazione del nostro paese.
Il documento fornisce i seguenti riscontri:
- il sopralluogo è stato richiesto dalla scuola, non dal comune;
- la segnalazione di presenza zecche e la richiesta di sopralluogo sono giunte alla ASL il giorno 20.04.10 ed i parassiti sono stati trovati il giorno 16.04.10;
- viene fatto riferimento ad una “data odierna” che non è riportata.
Aggiungo che il trattamento è stato effettuato il 24.04.10 lasciando i bambini esposti al rischio ed i genitori disinformati per 8 giorni.
Evidentemente l’ aria fritta incombe sugli uffici dei nostri amministratori non solo col mercato del giovedì.

Giovanni Maggi

L'inutile ente e l'utile ponte (rotto)
.
Potremmo anche avanzare il seguente assunto : "più l'ente Provincia di Pavia è inuitle, più il Ponte sul Po di Mezzana Bigli è utile".
I soldi spesi per le cariche politiche della provincia potrebbero essere spesi per sistemare il Ponte sul Po.
Il Blog lo aveva scritto il 12 febbraio. Ecco :
"Prepariamoci al calvario : Ponte della Gerola a rischio chiusura."
Nessuno controlla che i camion rispettino il limite di peso imposto per transitare sul Ponte della Gerola.
E infatti il porfido è devastato.
Ma anche l'illuminazione è spesso fuori uso.
Mercoledì sera il ponte era buio pesto.
Dell'Ente inutile, la Provincia di Pavia che gestisce le strade extra-urbane (e anche il Ponte sul Po), abbiamo parlato diverse volte.
Abbiamo spesso detto che delle due l'una:
1) o la Provincia è inefficiente, e allora cambiamo amministrazione;
2) o è inefficace, cioè le attività di sua competenza (peraltro poche) possono essere svolte altrimenti, e allora aboliamole.
Qualcuno si chiede se con i soldi spesi per l'indennità dei politici, potrebbero essere sistemate meglio le strade, i ponti etc..
Ponti come quello della Gerola che garantisce la comunicazione tra Lomellina e Oltrepo.
Lo sfondo completamente rifatto alcuni anni fa e ridotto malissimo, così come l'illuminazione, a suo tempo attivata come un vanto della Provincia.
E poi nessuno controlla i mezzi in transito.
Oppure ponti come quello sul torrente Riazzolo, per la cui riapertura ci sono voluti ben 38 mesi (oltre 3 anni!!) impiegati dall'ente inutile per sistemare i 15 metri della mini-infrastruttura.
E intanto, prepariamoci al periplo del Ponte sulla Gerola per raggiungere Voghera e l'Oltrepo.
Se per il Ponte sul Riazzolo (15 metri) ci sono voluti 38 mesi, per quello della Gerola (500 metri) ci aspetterà il calvario.


Ecco ci siamo.
L'infrastruttura rifatta pochi anni fa è nuovamente sottoposta a degrado.
Motivo ?
Poca manutenzione, nessun controllo per l'accesso dei mezzi pesanti e il risultato è il porfido ormai devastato.I più, sempre da febbraio, il Ponte è al buio e la bella illuminazione attivata in occasione dei lavori di ristrutturazione sopra citati è fuori uso.
Ecco cosa scrissi sul forum del Presidente della Provincia di Pavia il 16 febbraio (3 mesi fa)Gent.le Presidente, le segnalo la grave situazione del Ponte del Po alla Gerola1) l'impianto di illuminazione è da giorni fuori uso, lasciando al buio l'intera infrastruttura2) il pavè, completamente rifatto alcuni anni fa, è in condizioni di estremo degrado, credo a causa del passaggio dei mezzi pesanti, i quali però non potrebbero accedervi.
In considerazione del fatto che chi utilizza quel tratto i di viabilità che collega la Lomellina all'Oltrepò ha dovuto già sobbarcarsi i 38 mesi di chiusura parziale del piccolo ponte sul torrente Riazzolo, riporto la forte preoccupazione dei residenti della zona per il potenziale rischio di chiusura del Ponte in oggetto.
cordiali saluti
Elvio Vivaldini


Ed ecco la sua risposta pochissimi giorni dopo
La ringrazio per la segnalazione per permetterà ai nostri Uffici di attivarsi rapidamente per risolvere alcune criticità.
In primo luogo, gli Uffici provvederanno a verificare l'illuminazione e a porre tempestivamente rimedio ai guasti.
Per quanto riguarda il transito dei mezzi pesanti, che possono rappresentare un elemento di rischio per la transitabilità del ponte e per la sua sicurezza, provvederemo ad allertare la Polizia Stradale perchè intensifichi significativamente i propri controlli.
Posso assicurarLa l'impegno della Amministrazione a fare tutto il possibile per curare la manutenzione del ponte e per garantirne la sicurezza.
Cordiali saluti.


Poi tutto è rimasto come allora : buio pesto e sede stradale devastata.
Prepariamoci alla chiususra.
Riuscirà la Provincia a chiudere il punto nel periodo estivo, in modo da completare i lavori per la ripresa delle attività (e delle scuole) o riusciranno anche acreare disagi in tal senso ??
La risposta a breve


A Mede e Robbio non leggono il Blog. Eppure...
Ecco, loro l'hanno fatto.
Il Blog da tempo spinge l'Amministrazione comunale a produrre una brochure per informare i cittadini su "dove-smaltire-cosa".
E' fondamentale chi tutti siano informati dei vari tipi di rfiiuti e di dove conferirli.
Il Blog lo dice da tempo, non ci si può basare solo sulla buona volontà delle persone, occorre anche una corretta informazione, che ora non c'è.
Avevo fatto un
post di suggerimenti alla Consulta per l'Ambiente e l'Amministrazione.
A Mede ci sono arrivati : hanno prdotto un opuscolo informativo.
Da noi anni fa l'allora amministrazione di centro-snistra guidata da Testa fece una cosa simile.
Poi più nulla.
Bene l'iniziativa della Consulta ambientale, presieduta da Paolo Montanari, che ha incontrato i ragazzi nelle scuole per promuovere la raccolta riciclata e avviare progetti in ambito scolastico.

A Robbio hanno avviato l'installazione di dossi artificiali, in pieno centro.
Da noi l'inutile e sempre-rotto semaforo di via Vigevano è li, ancora al suo posto, ancora a farci chiedere a cosa serve.
A quando i dossi? (per il quale il sondaggio in fase di chiusura sta dando il suo responso)

Due semplice interventi per cambiare in meglio Sannazzaro.


I gazebo della Lega.
La Lega Nord di Sannazzaro allestirà alcuni gazebo nelle vie cittadine.
L'obiettivo è di riproporre il canale comunicativo con i residenti di alcune zone del paese.
A prescindere da come la si pensi, la presenza nelle strade, tra la gente o anche solo aggregando le persone su particolari questioni, è un elemento positivo che andrebbe emulato anche dalle altre forze politiche.
Chissà che ai gazebo la gente non possa anche chiedere chiarimenti sui problemi del paese.
Comunque non è certo un caso se gli osservatori più attenti indichino proprio questo elemento come un dei motivi del recente successo politico del partito di Bossi alle recenti elezioni regionali.
Un tempo era la sinistra che presidiava il territorio in questo modo.
I tempi cambiano.
La Prostituta piantona il Municipio
Lunedì ore 23,45 una escort da strada batteva proprio davanti all'ingresso del Municipio di via Cavour. Una sorta di "portiera" di notte!
Un'altra era appostata davanti alla ferramenta nella stessa via.
Il loro numero mi sembra in diminuizione, ma come la feccia risalgono il pozzo arrivando a battere in pieno centro.


La parola ai cittadini. Scrivi a : cambiasannazzaro@libero.it
Piano Emergenza ancora al palo, nonostante la nuova AmministrazioneHo letto la nota del Vicesindaco Signorelli che annuncia un ulteriore ritardo di alcunesettimane per l’arrivo del PEC perché ora si è ricordato che andrebbe fatto con Ferrera per dividere i costi (la spesa per la consulente C. Della Rossa è di 5.000 €).
Va ricordatoche già il precedente schema di piano predisposto dalla Sindar di Lodi prevedeva alblocco 4 il “Coordinamento dei piani a livello intercomunale” ed il “coordinamento dei pianie definizione della struttura di comando e controllo intercomunale”.
Si scopre l’ acquacalda.
Qualche settimana fa l’Assessore Fuggini durante il Consiglio Comunale, avevaannunciato ritardi perché era cambiata qualche norma di riferimento.
Con tale logica ilPEC non si farà mai perché, come ben si sa, le leggi sono costantemente in evoluzioneper i dovuti aggiornamenti.
La maggioranza ha respinto la mozione del Consigliere Maggiche chiedeva di porsi un obiettivo stabilendo una data massima di applicazione del PECalmeno entro il 2010.
Si procede quindi alla cieca senza alcun impegno a fare presto.
Sino ad oggi si sono buttati i soldi dei contribuenti senza alcun risultato.
Ogni volta si riparte dall’inizio alla stesura di questo Piano con un Consulente diverso,mettendo insieme un testo che sembra l’elenco delle varie leggi e responsabilità, ma sinon arriva mai alla parte operativa che è quella veramente utile al suo funzionamento.
Su YouTube si trovano decine di filmati amatoriali di raffinerie in cui ci sono stati incendio scoppi negli ultimi 2-3 anni causa incidenti imprevisti: Sannazzaro, Falconara, Milazzo,Priolo, Taranto, Busalla, Livorno per citare solo quelle italiane.
In molti casi si è procedutoad evacuare gli abitanti dei paesi vicini.
A Sannazzaro non possiamo sperare sempre esolo nella fortuna …
E’ indispensabile, come già più volte ricordato, avere al più presto un Piano (PEC) di facileinterpretazione ed applicazione, con un segnale di allarme sonoro (campane o sirena) eauspicabilmente con il supporto della rete televisiva Teleracconto per un tempestivocoinvolgimento dei cittadini
.
Andrea Ziglioli



Il Comune ricorda il grande Gianni Brera. Tra gli altri, ospite Mario CorsoIl Comune di Sannazzaro de’ Burgondi, Assessorato alla Cultura”, organizza un incontro presso la Biblioteca Comunale “C. Tacconi” il giorno giovedì 27 maggio 2010 alle ore 10.30.
Oggetto la lettura, le riflessioni, gli opinioni sul libro, filmati dei Gol Mondiali raccontati da illustri opinionisti ed amici fraterni di Gianni Brera.
All’incontro interverranno :
MARCO BASONI Giornalista Rai Milano
GIANCARLO BESANA Giornalista Opinionista Odeon TV
GIGI BIGNOTTI Giornalista del “Il Gazzettino Del Nord-Est”
LORENZO BRANZONI Presidente Panathlon ed ex Arbitro “Serie A”
OSCAR CAMPARI Presidente CONI di Pavia
MARIO CORSO Campione della Grande Inter
ANDREA MAIETTI Biografo Ufficiale di Gianni Brera
MARCO RAVEZZANI Fotografo Sportivo
CLAUDIO RINALDI Giornalista de “La Gazzetta di Parma”
GIULIO SIGNORI Giornalista de “Il Giorno”

Festa dello Sport.Da venerdì 28 a domenica 30 maggio si terrà la manifestazione "Insieme per lo Sport", serie di eventi organizzati dal Comune e dal PoolSar.Ecco il programma completo

Le opposizioni chiedono chiarimenti sui black-out del Sito Internet comunale.
I tre capigruppo di minoranza, Giovanni Maggi, Pierangelo Fazzini e Amos Schiaretti hanno presentato una mozione in Consiglio comunale dove si fa chiedono informazioni rispetto alle ripetute interruzioni del sito.
Del resto anche il Blog ha in passato evidenziato tale problema, ricevendo peraltro riscontro dall'Amministrazione.
Il motivo del disservizio è di natura tecnica, causato da una migrazione di piattaforma tecnologica.
In effetti da qualche settimana il servizio è ripreso regolarmente.
La good new non è riferita nè alla mozione unica delle opposizioni, nè al fatto che il servizio adesso è stato ripristinato.
E' una good new perchè nel Consiglio Comunale finalmente si è parlato di internet e di information technology, cioè del futuro.
E a proposito di sito internet comunale, spero che il Comune trovi tempo e voglia per recepire alcune migliorie (la convocazione del Consiglio Comunale credo sia stata già inserita)
indicate a suo tempo dal Blog
(a proposito di ambizione e innovazione, basi essenziali per "Cambiare Sannazzaro")

3 commenti:

Marco Schena ha detto...

Elvio, io sono un possessore di cane e sono d'accordissimo con te....in tutto e per tutto.
Quando esco e la porto a passeggio ho sempre con me i sacchettini per la raccolta degli escrementi.
Purtroppo noto anche io la mancanza di rispetto di alcuni possessori di cane che non puliscono dove il proprio animale sporca. Avevo saputo anche io dell'ordinanza del Sindaco riguardo la punizione degli "allergici al paese pulito" e come te penso sia difficile un controllo sul territorio per questo problema.
Ben vengano degli angoli verdi per i nostri amici a 4 zampe, ma come ben sai su certe cose io vedo il bicchiere mezzo vuoto (ti assicuro che nella vita in generale è sempre mezzo pieno)....non vorrei che queste aree verdi diventino con il passare del tempo aree tendenti al....marrone (di varie tonalità)!
Mi piacerebbe sapere cosa pensano gli incivili se ogni mattina aprendo la porta di casa si trovassero un bel ricordino davanti ai loro ochi. Dai dai...dategli una bella pestata....tanto non si dice in giro che porti fortuna??

elvio vivaldini ha detto...

Vedi Marco io sono certo che la stragrande maggioranza delle persone approva le misure di civilta' e di innovazione civica proposte dal blog. Il mistero (tutto italiano) e' che tra il consenso alle iniziative e la loro realizzazione a carico di chi governa si crei sempre un enorme gap.
Chi amministra deve essere innovativo e realizzare cose che facciano davvero CRESCERE una comunita' dal punto di vista della cultura e del senso civico.

Anonimo ha detto...

Gosh, I’ve been looking about this specific topic for about an hour, glad i found it in your website!

online pharmacy