28 maggio 2010

159 - Via Vigevano, i lettori del Blog hanno scelto. I dossi invece dell'inutile rosso-stop


Buona settimana a tutti.
Eccolo l'oggetto del mistero, uno dei modi per sperperare denaro pubblico.
I lettori del Blog hanno partecipato al sondaggio lanciato 15 giorni fa sull'opportunità di installare i dossi artificiali in via Vigevano (... dove c'era fino a qualche anno fa...) e rimuovere quindi l'inutile e spesso fuori uso semaforo rosso-stop.


Incipit abituale.
Ho letto dell'ennesima truffa ad un'anziana di 82 anni.
Un tipo, ben vestito, si è spacciato per un incaricato del Servizio Gas che avrebbe dovuto verificare l'impianto.
Sarebbe utile (come fa ENEL) stampare sulle bollette il fatto che nessuno è autorizzato a chiedere soldi o altro a domicilio. E nel caso chiamare subito il 112.

Veniamo ai dossi di via Vigevano.Hanno espresso il loro pare 32 cittadini.
DI questi 75% sono favorevoli ai dossi artificiali (la cui precedente collocazione è ancora visibile sull'asfalto).
L'altro pomeriggio un demente è sfrecciato a oltre 80 km/h per la via.
Il semaforo è rotto da 1 mese e comunque anche fosse stato funzionante e avesse fatto scattare il rosso, non essendo dotato di alcuna telecamera, sarebbe stato probabilmente ignorato.
Del resto la scena si ripete spesso e viene davvero da chiedersi cosa ssarebbe successo qualora un pedone o una bicicletta (la pista ciclabile corre parallela) avesse attraversato la strada in quell'istante.
I dossi andrebbero installati in corrispondenza dei passaggi pedonali.
Anche su questo tema aspetto fiducioso un riscontro dal Comune.
L'Amministrazione in carica si è trovato il problema tra le mani e la scelta "brillante" di installare il semaforo-inutile fu presa anni fa.
Ma adesso sarebbe davvero ora di ripristinare una situazione che se non sistemata (appunto con i dossi), potrebbe portare a spiacevoli situazioni di pericolo.
Si potrebbe utilizzare una piccola parte dei quasi 800.000 euro di avanzo di bilancio.




30 giorni!.4 settimane 4
Il semaforo di via Vigevano non funziona.
I dossi costerebbero molto meno in manutenzione e ... funzionerebbero sempre (non proprio un dettaglio)!!
I lettori del Blog hanno espresso la volontà di rimuovere il rosso-stop e installare i dossi.

Recinzione Palazzetto dello Sport.
Nel lato che separa l'area del Palazzetto dall'area giochi di via Toscanini la recizione è semi divelta.
Problema segnalato varie volte, varie volte ripristinato, ma evidentemente non con la dovuta cura.

Pierangelo Fazzini, Capogruppo P.D. in Provincia, sul Ponte della Gerola.Ti passo l'interpellanza presentata al Presidente della Provincia di Pavia.

Il tema sul quale vogliamo portare la nostra dovuta attenzione è ancora una volta quello della viabilità.
Nello specifico intendiamo segnalare, se mai fosse necessario, la precaria situazione del fondo stradale sul ponte del Po alla Gerola- sp 206 – territorio di Mezzana Bigli.
Ricordiamo i costosi lavori che anni fa si sono resi necessari per posare il porfido come buona soluzione rispetto alla precedente che utilizzava l’asfalto.
Ricordiamo altresì che per mantenere in buono stato il fondo in porfido sono necessarie, insieme alle costanti manutenzioni, una percorribilità di mezzi con stazza contenuta.
Ricordiamo che anche l’illuminazione del ponte risulta fuori servizio.
Ricordiamo l’importanza dell’asse viabilistico Voghera - casello autostradale di Casei da e verso il complesso industriale di Sannazzaro.
Ci sembra che le condizioni sopra riportate non siano rispettate, in particolare l’assenza di manutenzione del fondo in porfido sta creando una situazione al limite del collasso per quanto concerne una normale e sicura percorribilità del ponte.
Di conseguenza si interpella la sv. per conoscere quali provvedimenti e quindi quali lavori sono in programma per superare le difficoltà sopraesposte o meglio quali interventi di natura straordinaria si intendono attivare allo scopo.
Distinti saluti
Capogruppo PD Pierangelo Fazzini
Ringrazio Fazzini.
Quello che tutti possono constatare e' l'amarezza di vedere strade, rotonde e ponti in tenuta scandalosa.
Viene da chiedersi se la provincia di Pavia sia davvero in Lombardia o altro.

Zecche nella scuola : il Vice Sindaco risponde a Giovanni Maggi (Aria Nuova)Caro Elvio,
nelle risposte di Maggi c'e' un'acredine che va ben oltre la normale dialettica tra maggioranza e opposizione; forse e' il rammarico per non essere entrato nella "stanza dei bottoni" che, per dirla alla Montanelli, forse avrebbe trasformato nella "stanza dei bottini"..(e' ovviamente una battuta...).
Ti inoltro la risposta all’interrogazione di Maggi.
L’Amministrazione non ha nulla da rimproverarsi e lo ribadisco con forza, il resto, lo ripeto, e’ propaganda.
Pietro Signorelli



1 giugno cambia il contratto per la manutenzione del verde
Ci siamo
Il Primo giugno parte il nuovo contratto per la cura del verde pubblico.
Si chiamerà Global Service e prevede il taglio dell'erba, la pulizia delle aree, la potatura e la manutenzione delle attrezzature per le attività ludiche.
La ditta è la stessa che ha in appalto il servizio adesso, ciò che cambierà sarà la modulazione del contratto.
Rispetto ad anni fa, la cura del verde dal 2004-2005 ha fatto passi in avanti.
Però se precedentemente il servizio poteva avere una valutazione di 4, adesso la valutazione è di un 6 stiraccchiato (in Via Erbognetta hanno tagliato l'erba, ma non rimosso le cartacce!!!).
Ci accontenteremmo adeso di un 7 pieno.
Potremmo disporre di panchine non rotte, di giochi per bambini curati, di aiuole fiorite, di verde pulito ?
A brevissimo la risposta. La gente si aspetta molto.

Al Villaggio Stella affitti signifca prostitute
Mi dicono che in via Leonardo da Vinci il fenomeno delle escort in apaprtamento continua.
Nuovi arrivi ci sono stati proprio nelle scorse settimane.
Sannazzaro non può e non deve essere il paese delle prostiute.
Cosa si può fare ?
Anzitutto si organizzi un incontro pubblico nel cui dibattere il fenomeno con una mappa esatta delle vie interessate:
Successivamente ogni cittadino può avanzare proposte di soluzione (dimentichiamoci la legge presa per il c..o che la Carfagna fece l'anno scorso e che le fanfare propagandistiche battezzarono come un'efficace arma contro le escort).
L'incotro pubblico sarebbe meglio se fosse il Comune ad organizzarlo.
In alternativa anche i cittadini potrebbero organizzarlo invitando le istituzioni.

Avis Sannazzaro : il Gruppo Giovani inizia a lavorareUna delle indicazioni emerse nella nuova Consulta Sociale, presediuta dalla brava Simona Pastrello, è stato il coinvolgimento dei giovani del territorio nelle attività del volontariato.
Avis Sannazzaro, ha recentemente avviato alcune nuove iniziative, una delle quali è senza dubbio compliance con tale esigenza.
Pochi giorni fa alcuni volontari hanno incontrato le classi 4e e 5e dell'IPSIA.
E' stato l'esordio per il neo-costituito Gruppo Giovani di Avis Sannazzaro, coordinato da Arianna Grifa (il gruppo ha attivato anche un contatto in Facebook).
Altre novità di Avis la nomina del Dottor Luigi Damilano come nuovo Direttore Sanitario e la partecipazione di oltre 20 volontari (tra personale amministrativo e sanitario) alle sessioni formative per le nuove Unità di raccolta avviate presso il San Matteo.
(Nella foto le classi 4e dell'IPSIA con i volontari AVIS)


Campionato calcetto in Oratorio
Grande successo di partecipazione al torneo di calcetto all'Oratorio.
Dopo il rinvio di metà maggio causato da vari motivi, il campionato è decollato con una buona partecipazione di squadre e di ragazzi al seguito.
I gironi all'italiana, produrrano le due squade che si fronteggeranno domenica 6 giugno nella finalissima.Non secondario il vero piacere di vedere l'Oratorio riempito di ragazze e di ragazzi anche nelle ore serali.
Il merito del successo dell'iniziativa, oltre ovviamente a Don Gianluca e Suora Agnese, a mio avviso va anche a Pippo Ammirati, sempre più riferimento delle molteplici iniziative maturate in seno all'Oratorio e finalizzate al coinvolgimento dei giovani.
Prossimamente il torneo di beach-volley sulla sabbia.
(nell'immagine una fase di gioco)



I ragazzi dell'IPSIA alla Crociera per la Legalità.I ragazzi della scuola superiore di Sannazzaro sono stati invitati dal Ministero dell'Istruzione a rappresentare la provincia di Pavia alla crociera, destinazione Palermo, nell'ambito delle ricorrenze per l'assassinio di Giovanni Falcone.
L'iniziativa, dal nome emblematico "Crociera della Legalità", ha permesso ai ragazzi, tra l'altro, di visitare il bunker dove vengono celebrati i processi contro la Mafia.
Un'iniziativa lodelove del Ministero, che però purtroppo si scontra con una realtà, di Palermo, della Sicilia ed in particolare di alcuni quartieri, che è da incubo.
A partire proprio dalla scuola.
Riporto un'estratto della corrispondenza di Roberto Garullo, giornalista del Sole 24 Ore e di Radio 24, dal quartiere ZEN di Palermo.
L'Argomento sono le "Medaglie della Legalità".
Non sembra nemmeno Italia.
LE MEDAGLIE DELLA LEGALITA’
Seconda scena.
Scuola Giovanni Falcone, anno domini 2010.
Palermo (non Italia ma Iraq ai tempi degli Ayatollah).
Il preside Di Fatta e il pm antimafia Vittorio Teresi, tra i più esposti sul fronte della lotta a Cosa Nostra, alcuni mesi fa hanno organizzato un processo simulato nell’aula bunker di Palermo (quella del maxiprocesso per intenderci).
Lo hanno fatto dopo l’ultimo raid che si è portato via con il fuoco aule e palestre.
Chi faceva l’incendiario, chi il pm, chi il giudice, chi l’avvocato della difesa, chi il membro della Corte.
Ebbene alla fine dell’anno scolastico ai 20 ragazzi è stata consegnata la medaglia della legalità dopo quel processo simulato.
In 17 – obtorto collo – l’hanno accettata.
I padri di tre ragazzi (per questo affronto sì che ci volevano i masculi e non le femmine) le hanno riportate a scuola minacciando il preside più o meno così: “non vi permettete più di farci uno sgarro del genere”.
Voglio lasciarvi con una speranza: l’anno prima su 20 ragazzi premiati dopo un'altra rappresentazione di legalità, tutte e 20 le famiglie avevano riportato indietro le medaglie. L’anno scorso solo 3. Aveva proprio ragione Bufalino: la mafia si sconfigge con gli insegnanti. Per questo le menti bacate di Cosa Nostra hanno paura della Scuola Giovanni Falcone.
E per lo stesso motivo le menti “raffinatissime” della politica hanno paura della scuola intitolata al giudice e sua moglie e del preside Di Fatta.
Anno domini 2010, Palermo, Iraq talebana, dove lo Stato italiano ha mandato come ambasciatore un preside e non ha neppure il coraggio di aprire la caserma dei Carabinieri, pronta e continuamente saccheggiata.
Amen
Altri dettagli nel Blog di Garullo su
www.sole24ore.com.
Però attenzione.
Perchè c'è qualcuno che va in giro a sostenere che la Mafia esiste perchè la si racconta....

Addio a Teleracconto ?
Purtroppo Pietro Gatti non si chiama Silvio Berlusconi.
E a Sannazzaro non c'è (...fortunatamente) nessun politico che possa emulare Bettino Craxi.
Così la Tv privata di Sannazzaro rischia davvero la chiusura per cause legate alle necessarie autrorizzazioni ministeriali.
Almeno così mi pare di aver capito.
A suo tempo per salvare le Tv di B., Craxi rischiò una crisi di governo e in pochissime ore sostituì alcuni ministri della D.C. che osteggiavano la decisione del Tribunale che aveva stoppato la messsa in onda delle reti del biscione perchè non rispondenti alle leggi.
Un dedreto di urgenza ... sanò la questione.
I migliori auguri all'amico Pietro che riesca a proseguire con l'unico esempio di TV privata dell'intera provincia.

Appuntamento con il Circolo ACLI.
Lunedì 7 giugno ore 21.00, Cinquantenario di fondazione del Circolo ACLI, presso la Biblioteca civica di Sannazzaro.
Caritas in veritate - Enciclica sociale e chiave di lettura dello sviluppo economico nel mondo globalizzato.
Intervengono : Mons. Mario Bandera (Direttore del Centro Missionario Diocesano di Novara,
Direttore dell'Ufficio per i problemi sociali e del lavoro, delle commissioni diocesane "Giustizia e Pace" e "Salvaguardia del Creato" della Diocesi di Novara assistente diocesano delle ACLI di Novara), Carlo Bernini Carri ( Professore Associato di Economia e Politica Agraria della Facoltà di Economia e Commercio docente del Master Internazionale in Cooperazione e Sviluppo dell'Università di Pavia)
Introduce Pierangelo Fazzini (Presidente Circolo Acli “Mons. P. Anglese” Sannazzaro)


Il Comune aiuta i formitori
L'Amministrazione Comunale ha stipulato con Unicredit una convenzione che permette alle aziende che hanno fornito prestazioni al Comune di beneficiare del pagamento delle fatture, anticipando le lungaggini burocratiche.
Tale misura è anche oggetto di richiesta al governo nazionale da parte di alcune categorie di imprese.
Attivazione del pagamento sul c/c per il Servizio GASDalla prossima bolletazione del servizio Gas, sarà possibile per il pagamento utilizzare la modalità RID (la domiciliazione bancaria o addebito in conto corrente)
Meno soldi girano e meglio è.
Informatevi nella Vostra banca

A sostegno del Centro Archimede.
Segnalo per sabato 29 maggio ore 21 il musical Sofia e i suoi papà presso il teatro Besostri di Mede a favore del Centro Archimede di Sannazzaro per l'inserimento al lavoro di soggetti svantaggiati.
Costo del biglietto euro 10.
Partecipate numerosi ediffondete la voce è per una buona causa!

Nessun commento: