1 ottobre 2008

Cari amministratori, basta fare i pesci in barile


I cittadini hanno detto come la pensano sull'ipotesi di apertura dei nuovi grandi punti vendita commerciali.
Il 45% è favorevole ad un nuovo Centro Commerciale, il 27% ad un nuovo supermercato, ed il 10% addirittura a tutti e due i grandi puni vendita contemporaneamente.Solo il 2% ha indicato una soddisfazione per la situazione attuale.
Affrontiamo il problema del commercio e della concorrenza (attualmente inesistente) a Sannazzaro con una micro-analisi della materia, scomponendo la questione in due fasi: As Is (com'è) e To be(com dev essere).
AS IS
Da una ventina d'anni a Sannazzaro c'è un solo punto vendita di grandi dimensioni (GS ex-Carrea), tra le altre cose posizionato in pieno centro.
Colui/coloro che fossero a conoscenza della mente perversa ch scelse tale dislocazione, per favore lo dica al Blog.
L'unico punto vendita di una certa dimensione (GS) ha sinora ha agito in monopolio, imponendo prezzi spesso più alti che altrove.
Al cambio della gestione dal Carrea al GS si è assistito anche ad un degrado del servizio, segnalato da molti cittadini anche anche al customer-care del GS: i banchi vuoti già di prima mattina ne sono la migliore testimoniianza.Da qualche settimana si rincorrono voci di possibili nuove aperture di punti vendita: 1) In fondo a via Loreto un supermercato 2) sulla circonvallazione nord un outlet 3) sulla circonvalalzione nord (versoSacaldasole) un centro commerciale.
TO BE
Il sondaggio del Blog votato dai cittadini parla chiaro: il 98% di hi ha votato vuole almeno un altro unto vendita.
In pratica tutti.
I cittadini-contribuenti hnno scelto cosa vogliono.
Chi non l'ha fatto è il Comune.
Al di là delle frasi di circostanza, del "vedremo", del "stiamo esaminadno la situazione", il pesce in barile sembra essere l'immagine che attualmente meglio di altre dscrive l'atteggiamento di Palazzo Pollone.
Certo, le licenze dei grandi centri commerciali sono di pertinenza regionale, ma quelle relative ai supermercati sono ancora comunali.
E poi comunque, gradiremmo che gli amministratori assumessero una posizione chiara e netta, non quella degli struzzi o appunto dei pesci in barile.
Si parla di aiutare le famiglie, di combattere il costo della vita.
Bene la soluzione è la liberalizzazione e l'incoraggiamento ad aprire nuovi punti vendita.
Vedremo, tra gi assessori chi si schiererà apertamente pro nuove aperture.
Chi dovesse tacere è ovviamente contro.
Ricordiamocelo alle prossime elezioni.

Infine una considerazione: attenzione alle speculazione dei terreni oggetto di intervento e a possibili variazioni di destinazioni d'uso.
Tutto deve avvenire alla luce del sole.

Nessun commento: