7 agosto 2009

Volontari civici si. Ronde no.



Buona Giornata a tutti e penso che almeno fino al 20 possiamo dimenticarci il caldone che ha caratterizzato la fine dello scorso mese.


Continua il sondaggio sul destino della Piazza della Chiesa. Come dissi all'avvio della rilevazione, trasmetterò il risultato direttamente al Sindaco Bolognese.

Il post di oggi tratta di un tema da sempre al centro delle discussioni in paese : la sicurezza.
... E ripartiamo da dove eravamo rimasti.
Gli amici del Blog ricorderanno quando parlammo degli "invasori", i nomadi.
Vi ricordate ? Per qualche giorno occuparono il nuovo parcheggio dello stadio e solo grazie all'intervento di un concittadino non invasero gli spogliatoi.
Poi se ne andarono, ma io dissi che sarebbero tornati.
Non l'hanno ancora fatto.
Il comune ha messo una catenella per impredire parzialmente l'accesso al parcheggio.
Però non ha ancora fatto una cosa che invece in altri comuni è realtà da anni.
Sul Blog allora pubblicai la
delibera per impedire l'accesso ai nomadi esponendo chiaramente il divieto agli ingressi del paese.
Sono certo che l'Amministrazione troverà il tempo per approvare alla svelta la delibera non per punire i nomadi, ma per evitare a chiunque di accamparsi o bivaccare sul suolo pubblico. Questione di civiltà.
Sarebbe un bel segnale per la legalità.
Se invece il divieto già esiste, andiamo con i cartelli.

In tema di sicurezza, sono usciti i dati relativi alla criminalità del 2008.
La provincia di Pavia, in generale, si piazza nella parte alta (cioè male...) della graduatoria (18° posto) pur diminuendo del 4% i reati dal 2007, che sono stati in tutto 26.435 ovvero quasi 5.000 ogni 100.000 abitanti. Non pochi, significa che c'è un reato ogni 20 persone....
Nel dettaglio la nostra ex-tranquilla provincia si piazza bene per le frodi informatiche (- 30% dal 2007), per gli omici (2 in tutto il 2008) male tra le rapine (+10%), malino dei frutti con destrezza (anche se diminuiti del 18%), benino negli scippi, e ancora abbastanza male per i furti d'auto, diminuiti comunque del 20%.
In tutta Italia i reati sono diminuiti, ma sono giustificati i dubbi se la riduzione non sia dovuta
anche alla mancata denuncia di molti delitti, in conisdeazione della sfiducia che ha la popolazione nutre sull'esito delle indagini.
Ma nella nostra provincia quello che preoccupa è un triste primato : quello dei furti in appartamento.
Nel 2008 sono stati quasi 2.700, corrispondente a 500 ogni 100.000 abitanti o meglio ancora un furto denuniciato in casa ogni 200 persone.

In questo scenario, a Sannazzaro molti si aspettano dalla nuova Amministrazione una decisa sterzata verso un ritorno al rispetto delle regole, abbandonando la "menefreganza" (menefreghismo e tolleranza) degli amministratori precedenti.

Consentitemi di fare i complimenti a Roberto Fuggini, Assessore alla sicurezza.
Mi dicono che spesso, già di prima mattina, è davanti al Comune a dare indicazioni alla Polizia Locale.
Molto bene, sperando che a regime la Polizia sia autonoma nella propria gestione.
Fuggini ha annunciato a breve la nascita delle ronde, nel rispetto della nuova normativa sulla sicurezza nazionale.

A Fuggini, glielo ho già detto di persona : "se fate i volontari civici io ci sono".
Lo so il rischio è di essere etichettato come un amante delle ronde, della giustizia-fa-da-te etc.
Non è così.
Lo avevo già scritto in occasione dell'ultima ondata di furti abbattutasi su Sannazzaro a febbraio.
I volontari servono anche ad altro : presidio ingressi ed uscite dalle scuole, sorveglianza nelle aree verdi etc.
E potrebbero limitare gli episodi di vandalismo, i cui costi ricadono nelle nostre tasche.
Insomma, sono uno dei modi con cui i cittadini possono collaborare "con" il loro Comune "per" il loro Comune.
Trovo importante che ogni componente della comunità si interessi e si dia da fare per la salvaguardia del suo territorio.
Anzi, trovo chei volontari siano uno degli esempi con cui cittadini e Comune cooperano in sinergia per il nostro paese.
Non mi piace il termine ronde, preferisco volontari.
Ma volete mettere l'importanza per chi ha a cuore Sannazzaro di poter dare una mano per la sua salvaguardia.
Attenzione !!! I volontari sannazzaresi ce ne sono di già tanti. Protezione Civile, Croce d'Oro, Pro Loco, Avis etc. etc. sono volontari a tutti gli effetti e danno lustro al nostro paese. I volontari civici si affianchrebbero a questi.

Certo, è inutile nasconderlo, i volontari per la sicurezza sono anche il frutto del fallimento delle politiche del governo in tema di sicurezza.
A fronte di tanti proclami vengono poi tagliati i fondi per la benzina delle auto della polizia e altro...
Che fine ha fatto la promessa di Berlusconi sul poliziotto di quartiere ?
Quindi, aiutati che Dio ti aiuta.
Giustissimo protestare contro il "marketing" politico della sicurezza giustissimo criticare chi adesso fa il "muso duro" con i delinquenti e tre anni fa votò per l'indulto... , ma questa è la nostra classe politica nazionale, che oscilla a seconda delle maggioranze tra la massima tolleranza-indultista e il ferreo-rigore, spesso però solo proclamato.
Ecco perchè io dico che in attesa di migliori politiche sulla sicurezza occorre arrangiarsi.

Qualche settimana alcuni deficienti hanno rotto 3 lampioni nella piazza della Chiesa.
Giorni prima, qualche loro "cugino", ha ribaltato il box dei servizi pubblici installato presso il Parco Allevi.
Il piazzale della Chiesa, oggetto del progetto di ristrutturazione è da tempo peraltro teatro di partite a pallone serali utilizzando il portone della Chiesa come porta.
Alcuni giorni fa, passando intorno a mezzanotte, redarguii 2-3 ragazzi. Smisero per 2 minuti, poi ripresero.
Mi dicono che anche il Sindaco ha provato ad invitare i ragazzi a smetterla con questa abitudine.
Evidentemente, per tutta risposta, sono stati rotti i tre lampioni.
Giustissimo richiamare verbalmente i ragazzi ad un sano comportamento, soprattutto davanti ad un luogo sacro come la Chiesa.
Ma verrà il tempo in cui i richiami verbali non serviranno più.
La genesi del problema, io l'ho individuata in quella che io ho definito la "stitichezza nella difesa della legalità" o ancora meglio nella "menefreganza", mix esplosivo di menefreghismo e tolleranza i cui responsabili hanno nomi e cognomi : sono chi ha governato questo paese nei precedenti 20 anni, lasciando relegando l'ordine pubblico in coda alle loro priortià.
Si è tollerato sempre tutto e di più.
E adesso occorre fare una inversione a "U".
Ma l'inversione va fatta guidando un TIR in una strada che non è larghissima.
Ci vorrà tempo e perseveranza.
Ma è obbligatorio ocomunque provarci.
Per carità, è giusto affrontare i problemi dei giovani non solo dal punto di vista dell'ordine pubblico.
Occorre trovare loro iniziative a cui possono partecipre, luoghi dove incontrarsi.
Occorre discutere con loro, capire che cosa possono fare le Istituzioni per loro.
E' un pò la vecchia contrapposizione politica : per la sinistra i problemi vanno affrontati dal punto di vista sociale, per la destra i problemi vanno risolti con l'ordine pubblico.
Io penso che entrambi gli aspetti siano da considerare : l'ordine pubblico va bene, ma nel medio-lungo termine se non si affrontano alla base i problemi, questi riemergono.
Chi vuole giocare a pallone è evidente che non può farlo utilizzando il sagrato come campo da calcio.
E dove vanno a giocare di sera?
Bene, attrezziamo un'area a campo di calcetto.
Ma non è comunque una giustificazione perchè il sagrato sia trasformato in campo da calcio.
Questa amministrazione, che porta le bandiere politiche della tolleranza zero, è chiamata a dimostrare entro breve un reale cambiamento di rotta verso un ritorno del rispetto delle regole.
Ecco perchè io sono quindi favorevole ai volontari civici.
Ma a due ben precise condizioni
1) Che si occupino non solo di controllo serale del territorio, ma che si organizzi, laddove sia possibile, ad esempio il presidio agli ingressi delle scuole e nelle aree verdi.
2) Che si evitino le patetiche e anacronistiche sfilate tipo "camicie verdi" o simili.
Limiterebbero di parecchio la credibilità dell'iniziativa e scoraggerebbero molti cittadini a parteciparvi.

Tutto ciò per ritornare anche a queste latitudini ad un sano rispetto delle regole dopo anni di anarchia e di stupida tolleranza illimitata.




Sinergie in Lomellina. L'esempio del Sistema Bibliotecario.
La Lomellina avrebbe tutte le caratteristiche per diventare un territorio omogeneo, anche dal punto di vista amministrativo.
Non parlo di farla diventare l'ennesima ed inutile provincia, ma di gestire meglio le risorse in maniera sinergica.
Territorio ben identificato, uniforme, con identica formazione storica, con caratteristiche economiche simili e con un suo dialetto.
Eppure da sempre un feroce e dannoso campanilismo, una guerra tra poveri che non ha sinora permesso di fare "sistema", di ragionare a livello di territorio al contrario di quanto non hanno fatto altre realtà.
Ecco perchè sono contento di esaltare i pochi casi in cui la Lomellina fa sistema e lo fa in un campo fondamentale per il futuro, quella della cultura, lo fa con i
l Sistema Bibliotecario della Lomellina .
E' un sistema che mette in rete diverse Biblioteche del territorio, tra cui quella Civica di Sannazzaro.
Oltre a dare informazioni sulle singole biblioteche, il servizio permettela gestione del prestito interbibliotecario: diventa ininfluente saperedov'è fisicamente il libro.
L'importante è che sia presente in almeno una delle Biblioteche e che sia disponibile.
Tramite internet si può quindi richiederlo in prestito.
Per usufruire del servizio occorre iscriversi e registrarsi sul sito
E' un peccato che il servizio non sia molto pubblicizzato.
Se qualcuno lo avesso utilizzato, scrivete pure al Blog le considerazioni del caso.

Incarichi esterni 2009. Si spende sempre molto.
Guardando gli incarichi affidati a personale esterno al comune per l'anno in corso, devo fare qualche considerazione.
1) Ma quei 119.764 euro (in due anni e mezzo) pagati alla Dott.ssa Galassi per il Servizio Sociale e Segretario Sociale cosa sono? Mi sembra una bella cifra...
La stessa cifra per lo stesso motivo la percepisce la Dott.ssa Galina Rodionova.
In tutto fanno circa 240.ooo euro.
2) 2.500 euro circa sono andate all'Ing. che ha steso la perizia per il palazzo privato di via Monte Grappa.
3) Le spese ad oggi pubblicato dal Comune parlano di una cifra che nel primo semestre ha già oltrepassato i 400.000 euro (anche se per un paio di voci i costi comprendono spese da sostenere anche nel 2010).
Le spese negli anni precedenti hanno sempre visto importi molto alti. A questo punto anche per il 2009 il trend sarà molto simile (ahinoi....).

Regolamentate le aperture serali dei locali
La giunta comunale ha approvato una delibera che regolamenta la richiesta di autorizzazioni per lo svolgimento di attività in luogo pubblico (manifestazioni, spettacoli etc.) richieste dai pubblici esercizi.
Tali eventi potranno essere organizzati nelle giornate di venerdi, sabato o domenica, dovranno terminare entro mezzanotte.
Ogni esercizio potrà chiedere fino ad un massimo di 8 autorizzazioni in un anno.
Personalmente spero che, soprattutto in estate, si riesca ad organizzare qualche serata con i locali aperti di sera e magari con la via Cairoli e zona limitrofa chiuse al traffico.
Certo il limite di mezzanotte in questo caso mi sembra un pò troppo eccessivo.


La follia dell'inceneritore C.R. Aggiornamento
L'ultimo consiglio comunale ha discusso (su interpellanza di Fazzini) sullo stato dell'arte della procedura di Valutazione di impatto ambientale della ditta CR, quella che intende costruire l'inceneritore.
Il folle progetto è da anni al centro di un lungo contenzioso con il Comune e non sa da fare.
Anche il Sindaco Bolognese ha detto di essere contrario alla folle iniziativa che si troverebbe a pochi metri dagli impianti ENI e insisterebbe su un territorio che in termini ambientali sta già soffrendo.
Mi auguro che la posizione di Bolognese sia sempre così ferma anche in futuro e che le opposizione e la cittadinanza tutta faccia muro contro la CR, della quale il blog aveva già riportato mesi fa l'inquietante storia.


8 commenti:

sicurezza ha detto...

Lega al governo a Roma.
Lega al governo a Sannazzaro.
Non ci sono più scuse. Se non si cambia la sicurezza adesso non la si cambia più

Anonimo ha detto...

ronde armate di manganello!!!
ci vuole la legge del taglione!!!
...e adesso trovatemi pure da dire sciocchi bigotti!

Anonimo ha detto...

...ma una convenzione COMUNE-MONDIALPOL?

Anonimo ha detto...

Eh si.
Fuggini con l'idea dei volontari si e' preso un bell'impegno. Vediamo se sara' in grado di mantenerlo.

mara perego ha detto...

Intanto se lo è preso,un bell'impegno, cosa nuova vero?

vittorio airoldi ha detto...

L'impegno l'assessore Fuggini e il sottoscritto che lo affianca nel suo lavoro di assesore se lo sono presi e mi farebbe felice che se lo prendessero anche i tanti anonimi che abbaiano sul web. Vediamo se tra tutti insieme riusciamo veramente a tirare fuori le palle!!!

Marco Schena ha detto...

Vito non accettare le provocazioni gratuite! Ciao e buon lavoro per il paese!

vittorio airoldi ha detto...

Grazie Marco!!!