17 marzo 2011

194 - Salviamo il patrimonio comunale

/>

Buona settimana a tutti.
In questo post facciamo il punto sulle criticità segnalata dal (e al) Blog e sempre riportate a destra nella sezione "Salviamo il patromonio comunale".
E' una sezione fissa che spero che prima o poi qualcuno a Palazzo Pollone, magari senza volerlo..., riesca a guardare.
L'immagine sopra riportata è esemplare : questa panchina è da almeno 3 anni (36 mesi...) in queste condizioni.

Commentiamo prima le solite news nazionali
Il governo ha emanato la riforma della giustizia che B. ha affermato "epocale".
Mi sembra che sia una riforma si epocale, ma perchè finalmente la casta avrà maggiori possibilità (più di quante ne ha già ora...) di farla franca.
Fate una riflessione : quante persone conoscete che ha avuto problemi con la giustizia civile (fatture non pagate, incidenti d'auto contestati, liti di vicinato, questioni aperte tra conoscenti etc.)? Saranno diverse, visto che sono milioni le cause ancora pendenti che aspettano di essere risolte. Sono quelle che toccano la gente.
Altra riflessione : quante persone conoscete che ha avuto a che fare con la giustizia penale ?
Probabilmente pochissime
Poi, tra le pieghe della cosidetta riforma, emerge anche quella sulla Responsabilità civile dei giudici.
Un bel principio che in effetti andrebbe applicato.
Con un’avvertenza : se si calca troppo la mano si rischia che i giudici, per non commettere reati, potrebbero pendere pericolosamente verso la parte innocentista, andando a prosciogliere anche chi invece innocente non è.
Altro suggerimento che darei ai “tifosi” della guerra alla magistratura che brandendo la bandiera contro le “toghe rosse” e scemenze varie è quello di fermarsi un secondo e riflettere su “chi “ sta proponendo tale riforma e quindi anche l’applicazione della responsabilità civile dei giudici.
E non parlo solo di B.
In Parlamento sono seduti e pagati profumatamente con i soldi nostri, decine di signori già condannati in via definitiva o condannati in primo o secondo grado, gente che è sotto processo e inquisiti vari.
Chiedo : con quale faccia questi signori ( i condannati sono “pregiudicati, cioè delinquenti) chiedono ai giudici di pagare per gli errori giudiziari.
Loro hanno pagato per le loro condanne ? Direi di no, visto che la galera non l’hanno vista e anzi percepiscono migliaia di euro al mese di soldi pubblici.
E poi, chi ci paga per gli errori dei politici ?
Comunque, tranquillizzerei i giudici. E’ noto che in Italia chi è condannato, per evitare la galera ha due strade : o fuggire all’estero o farsi eleggere in parlamento… Prepariamoci.

Sono usciti i dati relativi ad una interessante ricerca effettuata in Italia : il rapporto tra Internet e la TV, ovvero il giovane i il vecchio.
Non per dover pensare male a tutti i costi, ma secondo voi perché l’Italia, in una ricerca effettuata dalla prestigiosa Università di Oxford, risulta al 26° posto per lo sviluppo della cosiddetta banda larga?
Siamo preceduti da Romania, Grecia, Bulgaria, Ungheria, Repubblica Ceca e ce la giochiamo al fotofinish con Polonia e Slovacchia.
Molti se lo sono chiesto e hanno trovato dei dati interessanti, se incrociati fra loro.
Soprattutto e purtroppo, è venuto il sospetto che la politica italiana abbia scelto consapevolmente di tenere in vita se non uno zombie, quanto meno un Paese vecchio come il cucco.
A Bucarest si naviga meglio che a Milano…
Nel resto d’Europa la banda larga porterà un milione di posti di lavoro fino al 2015 e una crescita dell’economia di 850 miliardi di euro.
In Italia invece, le speranze di avere internet veloce si sono ridotte al lumicino quando nel 2009 il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, ha dichiarato: «I soldi per la banda larga li daremo quando usciremo dalla crisi».
I fondi bloccati “perché c’è la crisi”, avrebbero portato la banda larga 20 Megabit al 96% degli italiani entro il 2012 e 2 Megabit alla parte restante. Risolvendo così il problema della copertura e dei rallentamenti di connessione.
Ma è guardando fra i dati degli ascolti televisivi, che assale un dubbio atroce.
I ricercatori hanno effettuato un sondaggio per conto di Auditel.
Secondo la ricerca, avere internet a casa, equivale a un’ora e ventuno minuti in meno davanti alla Tv.
Inoltre i minuti sottratti alla Tv sarebbero destinati ad aumentare.
I giovani sono in fuga dal piccolo schermo, al quale preferiscono l’ampiezza di stimoli “attivi” (perché implicano una ricerca individuale) che trovano su Internet.
E allora viene da pensare che ci sia la volontà di mantenere le persone incollate alle tre reti Rai e Mediaset il più possibile.
Meno si va su Internet meno si prende coscienza di tante tematiche.
Che dietro i mancati finanziamenti alla banda larga si nasconda l’intenzione di non incentivare l’accesso alla pluralità d’informazioni? Una vera democrazia di oggi non può accettare questo tipo di condizioni.

...e infine, oggi è la Festa dell'Unità Nazionale.
Sono contento e fiero di avere tra i miei connazionali i padri della Patria, gli uomini e gli artisti del Rinascimento e tutti quelli che per il tricolore si sono sacrificati.
Ma questa orrenda classe che ci governa e che ci rappresenta mi fanno sempre più spesso sorgere dei dubbi sull'orgoglio di essere italiano.
Se non l'avete già visto, guardate questo video degli orrori, che le Iene hanno mandato in onda ieri. Ai Parlamentari, distratti dal salvaguardare i loro privilegi, difendere il governo del bunga-bunga etc, è stato chiesto di dire perchè il 17 di marzo è stata dichiarata festa nazionale ?
(Il tutto per modici 15.000/euro al mese).

Ecco il video della vergogna
(...e attenzione, tra gli intervistati non c'è un solo leghista!)

A Sannazzaro in settimana è successo che ...
Ho chiesto ad alcune persone se sapevano dove fosse il Palazzo delle Associazioni di volontariato.
Il Centro Polifunzionale Mattei, che include appunto le sedi delle associazioni e' in via Marconi 32, dove un tempo c'erano le vecchie scuole.
All'interno hanno sede una dozzina di associazioni... ma purtoppo in pochi lo sanno.
Non un cartello, non un'insegna, non una targa a ricordare che in via Marconi 32 ci sono molte associazioni.
Le persone a cui ho chiesto di indicarmi la sede delle associazioni non mi hanno risposto.
Una infrastruttura prestigiosa, costata centinaia di migliaia di euro nel 2008 sembra incredibile che il Comune in questi tre anni non abbia trovato quache centinaia di euro per renderlo più funzionale.
Diciamo un approccio dell'Amministrazione più paesano che non cittadino, con una evidenta incoerenza rispetto all'iniziativa lanciata recentemente di intitolare Sannazzaro "citta".

Nel post di settimana scorsa avevo suggerito di proteggersi da quel diluvio di retorica sull’Unità d’Italia che in concomitanza con il 150° ci sarebbe piovuto addosso.
Sono questi anni in cui proclamarsi di essere orgogliosi di essere italiani è dura (per me quasi impossibile) soprattutto se guardiamo da chi siamo rappresentati nelle alte istituzioni, ai pregiudicati che siedono in Parlamento e via discorrendo. Non ci resta che attaccarci al grandissimo passato e all’immenso patrimonio culturale di cui dobbiamo essere fieri.
Come ho scritto, quando si sentono o si leggono certi loschi personaggi riempirsi la bocca di patriottismo e di orgoglio nazionale le contrazioni ventrali vengono automaticamente.
Detto tutto ciò, tralasciando la retorica e i luoghi comuni, a livello locale qualcosa andava fatto e trovo che invece si sia fatto pochissimo per celebrare il 150°.
Capisco la componente leghista della maggioranza che da sempre è tiepidissima nei confronti del tricolore (dovremmo poi aprire un dibattito sulla coerenza di imprecare contro lo Stato unitario e contemporaneamente succhiare i denari pubblici del finanziamento ai partiti e occupare da lustri le cariche pubbliche) , ma mi chiedo la componente della destra se esiste ancora ?
La destra tradizionalmente ha nella “patria” il suo principale elemento fondativo (compresi però tutti i risvolti negativi che esso comporta se la Patria viene confusa con elementi nostalgici…)
Sulla sinistra, anch’essa da sempre tiepida verso il tricolore (salvo riscoprirlo ultimamente….), da questo punto di vista ci si deve aspettare poco.
Il destino del tricolore è incredibile.
Un tempo la sinistra lo ignorava (...per non dire di peggio), perchè simbolo, a loro dire, del retaggio del ventennio.
Adesso la cosidetta destra, per non irritare i padani, lo ignora semplicemente e tratta il tema del 150° sottotraccia, quasi a provarne fastidio.
Allora volevo ringraziare il Vice Sindaco Signorelli e la CapoGruppo della Lista Bolognese, Patrizia Baldini (PDL), perché, stando a quanto scritto sulla stampa, hanno di tasca loro comprato i tricolori da distribuire durante un incontro in biblioteca e per rinnovare il tricolore sbiadito da esporre sul Palazzo comunale.
Soprattutto il fatto di utilizzare denari personali è da evidenziare e credo sia questo un bell’esempio che fa a pugni con l’utilizzo vergognoso e illecito che molti politici nazionali hanno fatto del denaro pubblico (cioè nostro).

E visto che l'abbiamo introdotto, ci tocca parlare di politica : siamo in prossimità della campagna elettorale per le elezioni comunali (15-16 maggio).
Ovviamente il Blog è aperto come sempre a tutti.
E ovviamente il Blog (e mi auguro i cittadini) mi auguro che mettano da parte etichette di partito, simboli politici ideologie vecchie e si concentrino sulla qualità delle persone.
E che valutino i candidati Sindaci (e le liste relative) con l'ausilio del
del Dodecalogo del Blog , ovvero le 12 regole per cambiare davvero Sannazzaro.
Comunque la notizia della settimana è il riemergere della “sindrome della maggioranza in scadenza”.
In prossimità di ogni fine di legislatura, la maggioranza si spacca.
E’ successo 2 volte con le maggioranze di centro-sx (Giunta Testa, Giunta Debattista), succede adesso con la maggioranza di centro-dx.
Ci risulta che le due anime che compongono l’attuale governo di Sannazzaro, Lega e PDL, siano ai ferri corti.
Signorelli (PDL), il Vice Sindaco con facente funzioni di primo cittadino dalla scomparsa dell’ex Sindaco Bolognese, non verrà candidato a primo cittadino.
L’attuale maggioranza pare intenzionata quasi certamente a candidare Silvia Bellini, attuale assessore allo sport e ai servizi alla persona.
Le voci di dissidi si rincorrevano già da qualche tempo.
La questione delle bandiere tricolori, di cui ho parlato anche prima, ha sancito la spaccatura : lo stesso Signorelli e Patrizia Baldini (segretaria cittadina PDL) da una parte e la Lega e l’assessore Zerbi dall’altra.
La situazione credo possa essere letta come il preludio a probabili liste elettorali divise.
2 liste di centro-dx insomma.


Ricordo domani sera alle ore 21.00 un bel convegno in Biblioteca.
Il Dott. Graziano Beolchi presenta il Progetto per la creazione di un Centro per il monitoraggio della Salute.
Organizza la Lista civica Aria Nuova
Ecco il volantino.

Veniamo al tema del Post.
Uno dei temi che da sempre cari al Blog sono i servizi erogati dal Comune e il loro funzionamento.
In termini di manutenzione diciamocelo con tutta onestà, eravamo messi male con le vecchie giunte, siamo messi male con la nuova. Una preoccupante continuità.
Basti guardare lo stato di degrado di marciapiedi, strade, paracarri, panchine pubbliche etc etc.

Il 2° punto del Dodecalogo del Blog recita proprio : "I cittadini devono controllare gli amministratori pubblici e valutare i Servizi erogati dal Comune."
E uno dei criteri più facili da utilizzare per misurare i servizi è guardare lo stato di conservazione del patrimonio comunale (la sezione sempre riportata a destra).
1) Via Erbognetta (percorso pedonale.)Panchina inutilizabile e cestino asportato.
L'ho messo sul Blog da giugno 2009, ma la situazione risaliva almeno a metà del 2008. Tra un pò compirà i 3 anni. La panchina è sempre lì.
2) Via Toscanini (incrocio via Giuliani. Cartello riportante il nome della via senza la scritta.
Anche questo è un problema vecchissimo. Chi ha fatto (e installato il cartello della viia), pensava alla morosa o a altro. Fatto sta che da una parte non compare il nome della via.
3) PiazzaMercato e P.za Palestro. Fontanelle acqua pubblica inattive da anni.
Qui onestamente non ho nemmeno idea da quanto tempo siano così.
Fatto sta che Piazza Mercato il rubinetto è li, seminascosto fronte opposto al supermercato (se non siamo capaci di gestirlo, asportiamolo almeno).
In Piazza Palestro (Piazza rifatta 2 anni fa), la fontanella è li inutilizzabile.
4) Via Toscanini, area giochi. 1/3 dei lampioncini sono fuori uso.
E' così da diversi mesi. In Comune si sono attivati con un sopralluogo.
Poi il nulla... In attesa delle nuove strade illuminate, magari si potrebbe iniziare con sostituire le lampadine bruciate...
5) Via Pavia, punto luce bruciato. Un punto luce, proprio all'imbocco della rotonda
provinciale, è fuori uso.
Pericoloso per la circolazione
6) Piazza Mercato, servizi pubblici inagibili. I servizi pubblici della Piazza Mercato (lato Supermercato e a pochi metri da Palazzo Pollone), sono da tempo fuori uso. Da tempo intendo molti anni.
Allora non si chiede di riaprirli domani, ma almeno esiste un'idea di cosa fare ? Li manteniamo ? Li smantelliamo ?
7) Centro Polifuznionale Mattei (sede delle associazioni), collegamento internet.
Il collegamento internet non funziona da inizio dicembre 2010
Prima funzionava. Peccato un plesso così prestigioso e ristrutturato di recente..
Anche qui, come in altre situazioni, un'adeguata informativa sullo stato dell'arte e cosa fare (tempi etc..) sarebbe stato certamente gradito
8) Area giochi Villaggio Stella, recinzione abbattuta e degrado.
Nonostante le promesse del Comune, la recinzione è ancora assente in parte, la rete proteggi pallone non c'è.

E' chiaro che ci sono moltissime altre e forse più evidenti situazioni di degrado (le strade, ad esempio che in molti tratti sono dei veri e propri percorsi per i rally o i cartelli delle vie che spesso si mostrano deteriorati)
Diciamo che i punti indicati sono dei campioni.
Ma sono anche degli indicatori su se e come funziona, anzi come non funziona la manutenzione comunale.
Il fatto che le situazioni siano le stesse da mesi (quando non da anni), mi fanno dire che con tali servizi la vedo dura il salto verso il Titolo di città
Infine, il fatto di sapere che milioni di euro (7 per l'esattezza) sono stati strappati a ENI per la mitigazione coniugale ci fa felici.
Tuttavia lo saremmo di più se la manutenzione del patrimonio pubblico ed i servizi in generale potessero beneficiare, almeno in parte, di tali somme che, se ben spese, possono dare la sensazione ai cittadini di vivere in un paese ordinato e ben curato.
Altrimenti parliamo solo di "compensanzione contabile".
E si converrà che se il Comune non ha gli euro per riparare la panchina dell'immagine, in quella condizione da 36 mesi, dobbiamo avere il coraggio di limitare e di molto le ambizioni.


La parola ai cittadini. Scrivi a : cambiasannazzaro@libero.it

Team Volley : 1° Torneo "Palleggiando"
Buonasera, le invio la brochure di una iniziativa che stiamo organizzando.
Marialuisa Balzi

Ecco la locandina dell'evento
______________________

Incazziamoci per il caro carburanti
Iniziativa di Beppe Grillo x il caro benzina!!
IMPORTANTE !!! - LEGGI ATTENTAMENTE.
è importantissimo piegare questi maledetti che alzano in continuazione il prezzo!! (gli americani si sono incazzati perché gli si è alzata la benzina a 0.75€ per 5 LITRI !!!) e noi paghiamo 1.50€ a litro. .
ma siamo impazziti???!!!
Antonio Strada

____________

Sannazzaro non è pronta per diventare “città”.
L’altra sera sono andato fino a Garlasco e lungo le strade principali (tipo il Corso Cavour) hanno installato una miriade di fili con bandierine per festeggiare il 150° anniversario.
L’effetto è davvero stupendo.
Sannazzaro naturalmente è agli antipodi su queste cose……forse è meglio che rimanga un paese perché anche con le piccole cose non si merita di “passare di categoria”.
Marco Schena

A Garlasco la Lega è in giunta ?
Naturalmente la risposta è no.
Tra la retorica dei soloni televisivi che si richiamano stancamente all’orgoglio nazionale e ignorare completamente o quasi il 150° esiste un’ampia scala di valori intermedi.
Non potendo completamente ignorare la ricorrenza, l’Amministrazione comunale di Sannazzaro ha deciso pertanto di assumere un low-profile rispetto all’evento.
Forse sotto il minimo sindacale.
Sarei curioso di sapere la "destra" cosa ne pensa (quella del Dio Patria Famiglia, quella della difesa della Nazione).
Sulla questione città : bè credo che più che l'assenza dei tricolori a me preoccupa il livello dei servizi che non sono da Città (come ho scritto tante volte).
L'Ammnistrazione sul 150° ha comunque fatto le proprie scelte.
Vedremo se i cittadini condivideranno o meno.

13 commenti:

Vittorio Airoldi ha detto...

Caro Elvio, ti assicuro che PDL e LEGA a Sannazzaro non sono ai ferri corti, anzi il gruppo è ancora e più compatto e unito, sta lavorando intensamente per le prossime elezioni. Chi si è voluto escludere dal gruppo non lo ha fatto per motivi politici, ma solo per motivi di poltrona e di opportunismo. personalmente considero una bambinata il voler scrivere sui giornali quello che è stato scritto. ci sono persone dell'attuale amministrazione che hanno speso parecchi soldi di tasca propria per andare incontro a parecchie esigenze e non lo hanno mai pubblicizzato e non lo faranno mai. Quando si fa qualcosa con il cuore si è semplicemente contenti di averlo fatto!!!

Anonimo ha detto...

eh.....sta benedetta poltrona fa proprio gola!!
....tutto il mondo è un paese!!

elvio ha detto...

Caro Vittorio,
lo dico io : so che Roberto Fuggini ha fatto sistemare a spese proprie la targa del Municipio. Lui è timido e non lo racconta.
Da quello che ho potuto notare è però evidente che la componente Lega stia prevalendo sull'ala del PDL.
Almeno facendo riferimento alle figure ufficiali

Vittorio Airoldi ha detto...

Io sono co-coordinatore locale del PDL e non mi sembra di essere prevaricato dalla LEGA, anzi. In paesi ci sono vecchi furboni della politica che per tirare acqua al proprio mulino ne raccontano di cotte e di crude, ma fortunatamente la gente ha imparato a conoscerli e a giudicarli.

elvio ha detto...

Bene.
Mi auguro che il Blog abbia potuto fare chiarezza.

Luca ha detto...

Mi chiedevo se c'è la possibilità di mettere alle votazioni l'operato (o non) dell'attuale parrocco di Sannazzaro magari anche attraverso questo blog?
Inoltre, qualcuno sa se c'è modo di sapere come vengono investite le offerte che i parrocchiani devolvono alla chiesa per le opere di ristrutturazione della stessa e dell'oratorio?
Sento che c'è malcontento tra la comunità....

Paola ha detto...

Caro Luca io ho parlato con persone che effettivamente hanno manifestato il malcontento di cui hai accennato...
Sembra quasi che il motto di questo parrocco sia... o con me o contro di me!
Assurdo!

elvio ha detto...

Le spese sono rendicontate sul bollettino Parrocchiale (Aurora Lomellina) distribuito a domicilio.
So che il Don ci tiene alla trasparenza.
Sul resto personalmente vedo luci e ombre.

Luca ha detto...

Gentile Elvio La ringrazio per l'informazione ma non sono abbonato.
Eh la trasparenza...
Saluti

elvio ha detto...

Carissimo Luca, abbonarsi al bollettino non è obbligatorio, ci mancherebbe.
Però è un modo di informarsi.

Anonimo ha detto...

Luca se credi che un prete non usi bene il denaro che riceve dai parrocchiani non ti restano che due cose da fare:
1- non fare offerte!
2- non rompere le scatole!

Luca ha detto...

Carissimo/a anonimo/a io non intendo assolutamente polemizzare. Ho semplicemente chiesto come si poteva fare per sapere una determinata cosa. Chi è Lei per dirmi quello che devo o non devo fare?
Ora se si sente toccato/a sul vivo non è un problema mio.
Cordialmente

Anonimo ha detto...

Just want to say what a great blog you got here!

nolvadex