29 ottobre 2010

176 - Luci, Verde e Strade : com'è andata a finire


Buona settimana a tutti.
Facciamo il punto su tre argomenti a cui personalmente do molta importanza, perchè sono tre indicatori di come viene gestito un paese/città : luci, strade e verde.

Il breve incipit lo dedico alla proposta che Paolo Calvi, da TeleRacconto, ha avanzato a Renato Murelli : corsi scolastici di dialetto per mantenere le tradizioni.
Non credo sia una idea percorribile, anche perchè ci vorrebbero gli insegnanti ...
E poi credo che, se si deve spendere del denaro pubblico per i giovanissimi,m forse converrebbe spenderlo per l'inglese, la lingua internazionale e visto che se continua così i nostri giovani sono destinati a cercare fortuna all'estero.....
Proporrei invece, come ho già fatto sul Blog di organizzare corsi sulla storia locale e sulle tradizioni, per meglio integrare gli stranieri e i nuovi arrivati.
Se non lo si fa adesso con la Lega in comune....

Luci, verde e strade. Com’è andata a finire.
Quando si arriva in un comune, le prime cose che si notano sono proprio queste : lo stato degli asfalti, la segnaletica, i giardini e le aree verdi e, se c'è buio, lo stato dell'illuminazione pubblica.
I lettori del Blog forse se lo ricorderanno.
A metà giugno scrivevamo che l’estate alle porte avrebbe dovuto portare alcuni cambiamenti in alcuni settori importanti dei servizi ai cittadini.
Ecco il post in cui ne parlavo
http://cambiasannazzaro.blogspot.com/2010/06/luci-verde-e-strade-lestate-portera-il.html

A distanza di 4 mesi e mezzo, com’è andata a finire ?
1) Luci.
Si sono sostituite le luci pubbliche di alcune vie utilizzando un tipo di illuminazione “bianca” e più economica :Via Marconi, Via Cavour, Via Roma, Viale Italia.
Precedentemente la vecchia amministrazione era già intervenuta in via Loreto.
Insomma a parte quel l’effetto “macchia di leopardo” (strade con luci “gialle” alternate a strade con luci “bianche”) che non è il massimo, possiamo affermare che si è raggiunto l’obiettivo di garantire una migliore illuminazione su alcune importanti arterie.
Anzi, trovo che eccedere dovunque con l'illuminazione è negativo per consumi, costi e inquinamento luminoso.
Giudizio positivo
2) Verde
Si è attivato da ottobre (finalmente dopo alcuni rinvii)
l’appalto per il servizio “global service” con la Società SMEI.
In quest'ambito è stato attivato anche un numero verde a disposizione dei cittadini per segnalare problemi. Buona idea, vedremo a breve l'efficacia.
L’aspettativa mia personale è alta, è quella di vedere finalmente un salto di qualità, aree verdi pulite, erba tagliata regolarmente, piante potate regolarmente, infrastrutture ludiche mantenute come si deve.
Penso che gli effetti del servizio potranno essere giudicati in primavera.
Comunque vedo che stanno piantumando di fiori alcune aiuole : bene.
Giudizio per ora positivo anche se provvisorio.
3) Strade
Si sono rifatti alcuni manti stradali importanti (via Mazzini, via Cavour, via Roma), e si sono messe alcuni rattoppi qua e là.
La segnaletica stradale è in via di rifacimento anche se (mi pare) non si rifacciano le efficaci segnaletice ad alta visibilità nei pressi dei pri
ncipali attraversamenti e nei pressi delle scuole (non vogliamo fare i dossi ? almeno facciamo la segnaletica efficace...).
I parcheggi periferici sono ormai privi di segnaletica orizzontale, che invece serve all'ordine e al decoro.
Se c'è una cosa che le vecchie amministrazioni curavano era la segnaletica.
In fatto di asfalti, peraltro, esistono diverse vie di Sannazzaro messe davvero male : il Contò ad esempio dove in alcune vie (Mongini, Toscanini) non si interviene da 16 anni !
Ma anche il tratto iniziale di via Loreto è conciato male, così come via Vigevano.
Giudizio negativo
.




Dossi (assenti) in via Vigevano.
Lunedì ore 7.31
Lo vedo arrivare dallo specchietto retrovisore.
Sicuramente vicino agli 80 km/h.
Mi supera tranquillamente, con scioltezza, forse scaccolandosi anche il naso...
Avviene a 10 metri dal sempre più inutile rosso-stop.
Se ne va (impunito e soprattutto indifferente).
Mi stupisce (ma poi forse neanche tanto) che pochi ne parlano del problema e nessuna forza politica abbia avanzato proposte.
Eppure a Sannazzaro abbiamo gia' vissuto momenti tristi dovuti a vittime della strada o anche a infortuni.
Gli slogan "sicurezza" e rispetto delle regole se non si vuole che restino gli ennesimi propositi elettorali, vanno declinati in azioni concrete.
Sicurezza ed educazione.




Continua la tracimazione controllata del condominio Gamma.
I
l famigerato condominio Gamma di via Montegrappa è stato dichiarato "fallito", l'amministratore si è dimesso e adesso entra in ballo il tribunale.
Ma soprattutto
adesso sembra esserci una "road map" per arrivare gradualmente a risolvere ed eliminare il buco nero di Sannazzaro.
Resta l 'amarezza delle persone che negli anni hanno dovuto forzatamente scappare dalla zona e visto precipitare il valore dei loro immobili.
Potrebbero rivolgersi, per chiarimenti alle vecchie amministrazioni che hanno tollerato quello che anni fa era un melanoma, divenuto poi con il tempo una metastasi.

La continuità positiva. Il caso Po Net
120 mila euro che verranno reperiti tra Cariplo, Provincia e comuni rivieraschi.
E’ questo il costo per finanziare Po Net, un grande progetto predisposto da Legambiente e patrocinato da Ente Parco del Po Piemontese, Parco del Ticino, Fedrparchi e Autorità di bacino del Po, che ha come obiettivo la creazione di una grande area protetta lungo il Po, sponda nord e sud.
Lo studio di Legambiente ha evidenziato una notevole biodiversità nella zona, in particolare proprio in quella che comprende Sannazzaro, con molte specie rari di volatili.
Il progetto di fattibilità , che coinvolge 25 comuni di cui hanno già aderito a tutti gli effetti Sannazzaro e Pieve del Cairo, fu avviato un paio di anni fa (ricordo ancora alcune riunioni con Legambiente nel 2008) e so per certo che la precedente amministrazione di centro-sinistra ha spinto non poco per la sua realizzazione.
Lo studio, i cui risultati sono stati presentati in Biblioteca, ha trovato l’appoggio anche dell’attuale Amministrazione di centro-destra e la speranza è quindi di vedere presto decollare le fasi realizzative che prevede anche la costruzione di percorsi ciclo-pedonali e aree di osservazione.
Insomma, a fronte di progetti che tutelano l’ambiente, è giusto che le contrapposizioni politiche passino in secondo piano e che le diverse amministrazioni su questi temi garantiscono la continuità.

L'iniziativa del PD : una proposta da estendere
Settimana scorsa il circolo del Partito Democratico ha organizzato un incontro in biblioteca per raccogliere le istanze del territorio per prepare il programma delle prossime elezioni provinciali di primavera e per la preparazione delle primarie per i candidati del collegio elettorale.
Mi e' sembrata una proposta interessante (premesso che considero come noto la provincia un ente inutile).
Ma la cosa da lo spunto per fare una riflessione : perchè non fare una roba simile anche per le comunali?
Perche' il PD, ma anche le altre forze politiche (PDL Lega) o Liste civiche non organizzano simili inziaitve a livello comunale ?
I cittadini potrebbero contribuire alla definizione dei vari programmi.

Prossime manifestazioni natalizie
Si inizia a delineare il quadro degli eventi che comporranno il periodo natalizio in paese.
Tra gli altri, mercatini in stile natalizio in centro, cioccolatona in Piazza Palestro, Camminata sotto la Luna e la 5a Festa del donatore di Avis Sannazzaro.
A breve l'intero calendario che vedrà protagonisti, come sempre, soprattutto i commercianti
.

La parola ai cittadini. Scrivi a : cambiasannazzaro@libero.it

Precisazione sul taglio dei servizi ASL.
Ciao Elvio,
ho parlato recentemente con il responsabile del servizio asl di Garlasco (cui fa capo Sannazzaro e Mede) in merito all'argomento vaccinazioni, per sapere se ci sono possibilità di ripristino in toto del servizio, ma mi ha lasciato poche speranze.
Ti riporto quanto segue:
- verranno mantenute le vaccinazioni antiinfluenzali seguendo un calendario che verrà esposto presso la sede Asl in piazza Palestro ( per cui gli anziani potranno vaccinarsi a Sannazzaro);
- le vaccinazioni obbligatorie ai bambini (per le quali arriva a casa l'invito) sono "deviate", purtroppo senza deroghe, presso la sede di Garlasco.
Nelle nostra situazione, come ricordavi, ci sono comuni ad alta densità di popolazione Mede, Casteggio, Robbio, Cava Manara, Gambolò, ritengo pertanto improbabile un ripensamento da parte dell'Asl.
Non ci resta che vedere cosa succederà quando cambierà a fine anno la dirigenza!
A presto.
Simona Pastrello

Ringrazio Simona per il suo interessamento con i responasbili ASL.
La dismissione di una parte dei servizi credo possa essere motivata da esigenze di budget, non vedo in altermativa altre giustificazioni.
Consola solo parzialmente il fatto che come noi ci sono altri grossi comuni della provincia.

Consulta sociale : l'opinione di Andrea Ziglioli
Ciao Elvio,
Consulta Ambientale di Sannazzaro del 14 /10/ 2010
La CA aveva il seguente odg:
1) Volantini sulla raccolta differenziata: modalità della loro distribuzione presso la cittadinanza;
2) Proposte su ulteriori attività di sensibilizzazione degli studenti delle Scuole di Sannazzaro sul tema ambientale (es. concorso di disegno sulla raccolta differenziata.
I migliori lavori potrebbero essere premiati con delle targhe da parte del Comune);
3) Informazioni sul nuovo contratto di manutenzione del verde pubblico (c.d. Global Service);
4) Convenzione sulla Mitigazione Ambientale convenuta tra Eni e l'Amministrazione di Sannazzaro nel novembre 2004 relativa al progetto di "inserimento paesaggistico e naturalistico" nei terreni posti di fronte agli impianti Eni - Agip di Via Mattei;
5) Piano di Emergenza Comunale (P.E.C.).
Il punto n°4 e 5 erano stati proposti dal sottoscritto.
1) Ho segnalato che il volantino sulla raccolta differenziata, era stata predisposto con un testo poco chiaro che confondeva tra raccolta porta a porta e differenziata. Andrà quindi rifatto ed approvato dal CLIR.
2) Sul tema ambientale per le scuole, tutti d’accordo.
3) Il contratto Global Service (stipulato con ditta non locale) era stato presentato già a giugno 2010 come soluzione di tutti i problemi.
A fronte di decine di disservizi (parchi giochi danneggiati, rifiuti abbandonati sul sentiero Contò, ecc) comunicati per iscritto oltre un anno fa, l’ Amm.Comun. ad oggi non ne ha risolto nemmeno uno. Nel frattempo i nostri bimbi rischiano di farsi del male.
Medesimo discorso per l’asfaltatura delle strade eseguita dopo molti mesi durante i quali abbiamo rischiato la pelle per la mancanza di segnaletica orizzontale.
Si doveva intervenire con urgenza sui problemi di sicurezza (es. strisce e recinzioni rotte) anticipando i lavori o demandando a tempi più lunghi i piani più impegnativi.
4) Nel 2004 il Ministero dell’Ambiente emanava una serie di prescrizioni da attuare come opere di mitigazione Ambientale relative alla costruzione dell’Enipower e dell’impianto di gassificazione.
In quell’ elenco, insieme ad indagini epidemiologiche, aumento dello spettro delle sostanze inquinanti da analizzare, era prevista la piantumazione (come da progetto di riqualificazione) dell’area di fronte all’ AGIP acquistata da ENI per lo scopo e precedentemente adibita a pioppeto.
Il progetto definisce il tipo di essenze e indica le dimensioni minime delle piante da allocare entro il 2004.
Dalla Consulta di allora fu ritenuto un piano insufficiente ma purtroppo neppure quel piano fu rispettato e a distanza di sei anni, le piantine sono stentoree (vedi foto) e, ad oggi, nessuno potrebbe definire l’opera come un “bosco”.
Occorre che l’ Amministrazione si attivi per pretendere ciò che, allora, era stato promesso.
Non possiamo fidarci delle assicurazioni odierne se non vengono rispettate quelle passate.
5) Riguardo al PEC, che l’Amm.Comun. dichiara di aver ultimato, è stato presentata alla Consulta, solo una dichiarazione generica dell’ ing. Dellarossa che dimostra, come temevo, che è stata rifatta la parte che già era stata presentata dalla precedente Amministrazione tre anni or sono.
Ci vorrà così ancora parecchio tempo prima che si possa arrivare alla fase esecutiva di attivazione. Come per Piazza Palestro, anche in questo caso, è stata fatto due volte lo stesso studio con spreco di denaro pubblico sull’ ipotesi che l’ attuale soluzione sia migliorativa rispetto alla precedente.
Si è anche evidenziato che il ritardo imputato dall’ Amministrazione ad un presunto coordinamento, per quanto riguarda il rischio industriale, con Ferrera nulla ha a che vedere con ciò in quanto non esiste alcun piano intercomunale.
Anzi si dovrà predisporre un apposito studio aggiuntivo con ulteriore spesa pubblica.
Quello che serve urgentemente ai cittadini e che ancora manca sono: informazioni sui comportamenti da tenere, segnale di allarme, piano di emergenza per mettere al sicuro i bimbi dentro le scuole in caso di emergenza industriale.
Invece nulla…..si vedrà in futuro.
In merito al dibattito sull’impianto EST (che avevo richiesto) e anche sulla progettata discarica di amianto e cemento alla cascina Gallona: nulla.
Relativamente all’ edificio SOMS, l’incarico di studiare la messa in sicurezza è stato affidato ad un ingegnere di PV e non, come sarebbe stato più logico, al professionista di Sannazzaro che lo ha redatto in passato ed a cui sarebbe bastato aggiornare i files con un costo nettamente inferiore.
Siamo decisamente diventati esterofili.
Andrea Ziglioli


Bene : tramite il Blog, i cittadini hanno la possibilità di leggere quanto scritto precedentemente dal Presidente Paolo Montanari e quanto invece sopra riportato oggi da Ziglioli.
Le due opinioni e la realtà riscontrabile contribuiscono a formare il parere della gente, la quale deve ragionare senza l’inquinamento dell’ideologia e senza utilizzare schemi precostituiti.
Aggiungo solo queste mie brevi :
1) Il volantino per la raccolta rifiuti dovrebbe identificare chiaramente dove-buttare-cosa e come-separare-cosa.
Troppo scritto disorienta il cittadino. E' comunque un passo in avanti che sul Blog ho più volte sollecitato.
2) Contratto Global Service : buona l’idea del call-center e mi aspetto un salto di qualità rispetto alle aree verdi (il panno sull’albero dell’area verde di via Loreto è un ottimo indicatore….)
3) Piantumazione in fregio a via Mattei (fronte raffineria) .
Mi chiedo chi sia stato il fenomeno che ha scelto le piantine di pomodori e quello che ha approvato il piano.
L’ennesima presa per i fondelli.
La battaglia per iniettare fiducia nella gente rispetto alle mitigazioni è sempre più dura se poi questi sono i riscontri.
4) Sul PEC : aspettiamo fiduciosi …. certo il fatto di non avere un piano integrato con Ferrera è da miopi (quando si imparerà a ragionare guardando oltre la circonvallazione ?).
Almeno che, visto che per sposarsi occorre essere in due, non sia il comune di Ferrera ad avere scelto di procedere per strade separate .

Un gesto esemplare
Sulla Provincia Pavese del 29.10 è stato pubblicato un articolo riguardante il gesto del custode del cimitero, Todi Ndini.
Il concittadino, con un esemplare gesto, mette un fiore su ogni tomba dimenticata.
Poche parole per esprimere un gesto nobile come questo: PIENA STIMA per questa persona che non conosco personalmente.
Penso che a nessuno di noi sia mai venuta in mente una cosa simile: un piccolo gesto per un grande significato.

VIOLENZA SESSUALE "LIEVE" AI MINORI.
Si commenta da sé.
Si erano inventati un emendamento proprio carino.
Zitti zitti, nel disegno di legge sulle intercettazioni avevano infilato l'emendamento 1.707, quello che introduceva il termine di "Violenza sessuale di lieve entità" nei confronti di minori.
Firmatari alcuni senatori di Pdl e Lega che proponevano l'abolizione dell'obbligo di arresto in
flagranza nei casi di violenza sessuale nei confronti di minori, se - appunto - di "minore entità".
Senza peraltro specificare come si svolgesse, in pratica, una violenza sessuale "di lieve entità" nei confronti di un bambino.
Dopo la denuncia del Partito Democratico, nel Centrodestra c'è stato il fuggi-fuggi, il "ma non lo sapevo", il "non avevo capito", il "non pensavo che fosse proprio così" uniti all'inevitabile berlusconiano "ci avete frainteso".
Poi, finalmente, un deputato del Pd ha scoperto i firmatari dell'emendamento 1707.
Annotateli bene (e ricordate le facce):
sen. Maurizio Gasparri (Pdl),
sen. Federico Bricolo (Lega Nord Padania),
sen. Gaetano Quagliariello (Pdl),
sen. Roberto Centaro (Pdl),
sen. Filippo Berselli (Pdl),
sen. Sandro Mazzatorta (Lega Nord Padania)
sen. Sergio Divina (Lega Nord Padania).
Per la cronaca:
il sen. Bricolo era colui che proponeva il "carcere per chi rimuove un crocifisso da un edificio
pubblico" (ma non per chi palpeggia o mette un dito dentro ad una bambina o un bambino);
il sen. Berselli è colui che ha dichiarato "di essere stato iniziato al sesso da una prostituta" (e da qui si capisce molto...);
il sen. Mazzatorta ha cercato di introdurre nel nostro ordinamento vari "emendamenti per impedire i matrimoni misti";
mentre il sen Divina è divenuto celebre per aver pubblicamente detto che "i trentini sono come cani ringhiosi e che capiscono solo la logica del bastone" (citazione di una frase di Mussolini).
...e adesso cominciamo a riflettere se essere sempre politically correct con chi li ha votati sia una mossa che paga... fatela girare se avete voglia e tempo..l'informazione da oggi è un dovere quasi etico... anche per ciascuno di noi.
S Bellomo

Ho fatto una veloce ricerca in internet e sul tema ci sono pareri discordanti.
Occhio.
Riporto uno dei numerosi link che fornisce una ben diversa interpretazione.
http://www.butta.org/?p=3559.

Vaccinazioni anti-influenzali : istruzioni per l'accesso.
In questo periodo di vaccinazioni anti influenzali è utile riportare il link che descrive le modalità e gli orari di accesso ai servizi dei medici di base erogati all’interno del Poliambulatorio Medico di Piazza Palestro.
http://www.comune.sannazzarodeburgondi.pv.it/territorio/poliambulatorio
A distanza di due anni dalla realizzazione, si conferma a mio avviso l’utilità di disporre in unico sito per i vari servizi socio-sanitari, quali i medici di base, la guardia medica e gli ambulatori e gli uffici ASL.

Wi-Fi : bravo Ministro Maroni.

Good new per internet e rete e quindi per la liberta.
La lotta al terrorismo e alla criminalitá organizzata non puó più frenare la modernizzazione del Paese che viaggia via internet.
Questo il senso dell'annuncio fatto dal ministro dell'Interno Roberto Maroni riguardo la presentazione in Consiglio dei Ministri, la prossima settimana.
Rispondendo in un question time alla Camera a un'interrogazione della Lega nord sulle norme che impongono forti limitazioni all'accesso pubblico al wi-fi, Maroni spiega che la rete è stata oggetto di una "evoluzione tecnologica che fa prospettare una soluzione diversa rispetto alle restrizioni del decreto Pisanu". Tutto ciò che serve per far recuperare il gap tecnologico tra l'Italia e l'Europa ben venga.
Speriamo che alle parole seguano i fatti.

1 commento:

Marco Schena ha detto...

Giudizio positivo anche da parte mia per quel che concerne la nuova tipologia di illumazione stradale che sicuramente fa' piu' luce con relativa sensazione di sicurezza per tutti.
Ma vuoi mettere alcune vie del conto' con quelle lampadine ormai arrivate alla frutta che manco al cimitero c'è un buio cosi'?
Speriamo che vadano avanti e che continuino per tutto il paese....ehm...scusate....per tutta la futura citta'.