19 giugno 2009

Dove eravamo rimasti ? Cambia Sannazzaro back in action

Buona Giornata a tutti e ben ritrovati.


Ci eravamo lasciati sul Blog più di 2 mesi fa, quando annunciai la mia intenzione di aderire ad Aria Nuova, la Lista civica apartitica che ha candidato a Sindaco Giovanni Maggi.

Sono passati due mesi, ma in realtà visto il cambiamento in atto il tempo trascorso sembra più lungo.
Parlo a livello politico, chiaramente.
Cambia Sannazzaro è il nome del Blog, e come ebbi modo di dire in passato il nome rispecchiava un'esigenza (cambiare il paese in meglio) ma anche in effetti un processo che già allora era in itinere.
Sannazzaro stava già cambiando e le decine di persone che nel tempo hanno scritto sul Blog, che hanno potuto esprimere la loro opionione, che hanno potuto percepire l'umore del paese, ne erano la migliore prova.
L'acqua stagnante rappresentata dalla realtà sannazzarese era già stata mossa proprio dal Blog e soprattutto dai cittadini che lo hanno utilizzato per relazionarsi, scambiare opinioni facendo maturare quindi la stessa società sannazzarese.
La rete ha rappresentato un importante veicolo per dare avvio al cambiamento del paese.
Dopo le elezioni, nello stagno è caduto un macigno che ha contribuito a smuovere violentemente l'acqua.
Adesso occorre sperare che il cambiamento sia veramente tale e solo il prossimo futuro dirà se sarà così.
Lasciatemi ingraziare le quasi 500 persone che hanno scelto Aria Nuova, la Lista civica apartitica nella quale mi sono candidato.
Come ha già detto il neo-consigliere comunale Giovanni Maggi, Aria Nuova è nata, vive e vivrà e questo credo sia una forma di rispetto per chi ha dato fiducia a questa Lista che penso sia la più bella novità emersa dalle ultime elezioni.
A Sannazzaro il cambiamento è arrivato.
E chi ha vinto le elezioni, ha un compito molto duro: dimostrare nei fatti che il cambiamento va oltre le etichette e le schede elettorali.
Mi sono piaciute molto le parole del neo-Sindaco Bolognese che ha parlato di "soddisfazione del cliente", inteso come cittadino-contribuente, di "iniziare dalla pulzia del paese" e dal "rispetto delle regole".
Il cittadino-cliente, ecco un concetto che i vecchi amministratori non avevano assolutamente chiaro.
Vedremo i prossimi passi, dicevo, per capire se il cambiamento sarà veramente tale o solo di facciata.
Nella speranza che nessuno inciucio venga consumato alle spalle dei cittadini.
Il Blog, come ha sempre fatto, seguirà la vita sannazzarese non solo politica e sarebbe mia intenzione lasciare nella sezione a destra tutto il materiale, le affermazioni e i dati raccolti fino a adesso.
Eliminerò le rubriche di Signorelli (al quale auguro di cuore un buon lavoro come assessore dopo tanti anni passati sui banchi della opposizione) e di Airoldi, neo-consigliere, al quale formulo anche per lui gli auguri di un buon lavoro.
Fatemi sapere eventuali Vostri suggerimenti.
Riprenderà a presto anche la rubrica sulle orgini dello sport sannazzarese, per la gioia del Nino Ferraretti

Un ultimo ringraziamento a chi in questi 2 mesi mi ha chiesto notizie del Blog, invitandomi a riprendere le pubblicazioni.

2 commenti:

mara perego ha detto...

Bentornato, Elvio.
Anche a me piace il concetto di "soddisfazione del cliente".
Ritengo la premessa buona e mi auguro che le promesse vengano mantenute.
Diamo loro, giustamente, il tempo necessario per ambientarsi e per applicare praticamete la buona volontà manifestata.

Barbierato Giuliano ha detto...

Dopo alcune prove di invio, caro Elvio ti scrivo alcune mie rifelessioni post Elezioni a Sannazzaro.
Anche se a taluni potrà sembrare strano anchio sono fra quelli che, tutto sommato, non è affatto dispiaciuto su come sono andate le Elezioni nella nostra Sannazzaro.
Certo, sino all'ultimo ho sperato che vincesse la mia Lista, ma se proprio dovevo perdere, la mia speranza era che vincesse la Lista del candidato sindaco Bolognese.
Per coloro che mi conoscono bene, queste mie affermazioni non sono affatto fuori luogo anche perchè sanno come il sottoscritto sia stato fra i promotori della famosa "spaccatura" della Giunta comunale uscente.
Sono sicuro che tu Elvio ricordi ancora cosa era successo 5 anni fa dopo la vittoria della lista dell'ex sindaco Debattista, il quale, non curante di come i cittadini avevano espresso la loro volontà elettorale, con motivazioni meramente personali, in modo autoritario e anti democratico, aveva escluso il sottoscritto dalla giunta comunale.
Il tutto con il tacito consenso degli altri componenti.
Qualcuno della lista ha cercato di criticare tale scelta, ma è stato subito "stoppato" ribadendo che il Sindaco è Lui ed è lui che sceglie i suoi collaboratori.
Successivamente mi era stato promesso (sopratuttto dall'amico Amos che mi ha sempre dimostrato la sua vicinanza) che a metà legislatura si sarebbero nominati due Assessori in più di cui uno dovevo essere io.
Come tutti sanno così non è stato confermando ulteriormente come tale gruppo fosse fortemente "chiuso" e palesemente "attaccato alla logica di potere" (in meno siamo e meglio è).
Tutto ciò ha generato in me una profonda e sofferta riflessione che mi ha indotto a dissociarmi totalmente dall'operato del sincado Debattista e dalla sua giunta. (e qui mi riferisco all'ormai famoso Consiglio Comunale del maggio 2008, in cui prendendo la parola, denunciavo l'inefficienza del Sindaco Debattista, il suo immobilismo amministrativo e l'anarchia fra i suoi componenti della giunta.
Tale Consiglio, per chi si ricorda bene, dopo il primo punto è stato sospeso per mancanza del numero legale dei consiglieri. Infatti dopo la mia dissociazione in aula consigliare sono rimasti il sindaco Debattista e 7 suoi consiglieri (per un totale di 8, numero non sufficiente a formare il numero legale)
Da allora ho lavorato intensamente affinchè alle elezioni del 2009 tale giunta fosse fortemente contrastata cercando di costruire, a Sannazzaro, nuovi scenari politici.
In parte ci sono riuscito (vedi la "spaccatura")in parte no (alcuni componenti della vecchia giunta non erano inizialmente contemplati), ma tutto sommato molto era cambiato rispetto a 5 anni fa e a mio modesto parere Sannazzaro aveva l'occasione di "cambiare" la logica di Palazzo.
Come sono andate le elezioni ora lo sappiamo tutti e finalmente la tanto auspicata voglia di cambiare ora più che mai è reale e tangibile.
Ecco perchè anchio, tutto sommato, sono fra quelli non dispiaciuti del risultato elettorale.
E' pur vero che io ho perso e come dice qualcuno, della passata Ammistrazione, sono "andato a casa" ma con me sono "andati a casa" tutti i componenti della passata Giunta sindaco Debattista in testa, il quale dopo ben 10 anni di sindacatura si è permesso il "lusso" di prendere ben 75 preferenze (ma di questo io non ho mai avuto dubbi ribadendolo in tutti gli incontri)il che la dice lunga su come i sannazzaresi hanno giudicato il suo operato.
Sia ben chiaro, la mia vicenda politica con il sindaco Debattista e la sua giunta, non va minimamente confusa con i rapporti personali e l'affetto umano che rimangono e continueranno nel tempo.
Grazie per l'ospitalità e fiducioso di contribuire ad un dibattito costruttivo per la nostra Sannazzaro ti saluto cordialmente.
Giuliano Barbierato