13 novembre 2008

Smaltimento dei bidoni - Un case study per la collaborazione


Il problema di come smaltire i bidoni (tema messo in risalto da Pietro Signorelli), si arricchische di un nuovo contributo. E la discussione prende corpo. Se questo Blog potesse servire anche solo a risolvere questo problema sarei molto contento.

Riporto una nota di Signorelli
"Scrivo dopo un colloquio telefonico chiarificatore col geom.Bensi.
Mi dispiace che Bensi, al quale mi legano conoscenza e stima (spero reciproca) ormai decennale,se la sia presa per il mio intervento a margine della Commissione ambiente sul problena dei bidoni.
Certamente il mio intervento, che voleva essere costruttivo, e' andato oltre le intenzioni anche per quel che riguarda la forma adoperata: personalmente non ho mai offeso nessuno, mi piace rispettare chi lavora ed essere a mia volta rispettato.
Abbiamo convenuto assieme che la sede migliore per la discussione e la proposta di soluzioni sui problemi ambientali e' la stessa Commissione, e va dato atto a Bensi della buona volonta' e passione nel proprio lavoro sempre dimostrata,pur dovendo restare nell'ambito delle leggi,dei regolamenti e degli indirizzi politico/amministrativi.
Ovviamente come Consigliere comunale devo rendere conto ai cittadini del mio operato,e mi era sembrato che il miglior modo per farlo fosse esrimere la mia opinione su quanto si discute in una Commissione che opera in un versante cosi' delicato.I verbali sono comunque pubblicati anche on line ed a disposizione di chiunque voglia consultarli.
Per tornare al problema sollevato,come aveva spiegato lo stesso Bensi in Commissione,vi sono tante tipologie di rifiuti speciali,pertanto il problema non e' di facile soluzione e mi impegnero' ulteriormente con l'Assessore Schiaretti affinche' vi si provveda di concerto con il CLIR in tempi ragionevolmente brevi.
Il tutto alla fine deve avere come obiettivo la migliore modalità (intesa come più chiara e facile) di smaltire i vari tipi di rifiuti.
Più si facilità il compito al cittadino, più si disincentivano gli abbandoni abusivi e più si giustificano i costi della tassa sui rifiuti.
Potrebbe, quella dell'informazione diretta ai cittadini, essere una proposta seria da portare e dibattere in consulta ambientale.
Pietro Signorelli "

Personalmente spero e mi aspetto come cittadino che la Consulta per l'Ambiente riesca a discutere del problema e a proporre la soluzione. Come mi aspetto che l'Amministazione comunale prenda in carico la proposta e la concretizzi.
Sarebbe un bel esempio di difesa per l'Ambiente e del nostro territorio. E sarebbe la prova che dove c'è la volontà di risolvere insieme i problemi questi possono essere rimossi.

Nessun commento: