17 settembre 2010

170 - Abbiamo una Piazza !


Buona settimana a tutti.
Sannazzaro è un paese strano : la gente chiama "piasa" (piazza) quel piccolo slargo che si trova al termine di via Cairoli, noto per la presenza dei Bar Campana e Signorelli.
Anche perchè di Piazze vere e proprie non ce ne sono. Anzi non ce n'erano....

Prima di trattare il post della settimana, una notizia o meglio un gossip.
Da giorni si intensifica l'ipotesi che in paese si possa aprire un nuovo locale pubblico.
In Facebook c'è un gruppo che annuncia l'apertura nel 2011 di "mefistole", un locale pubblico di nuova generazione dotato di tecnologie di avanguardia.
L'enfasi con cui è presentato però mi insospettisce sulla veridicità della cosa.
In aggiunta a ciò, alcune persone raccontano di una nuova "sala giochi" (casinò ??), che si aggiungerebbe a quella del Dollaro-Casinò.
A breve sapremmo se sono voci senza fondamento o meno.

La Piazza Palestro
la scorsa settimana è stata al centro dei pricnipali avvenimenti cittadini.
Prima la riapertura dell'"Antico Albergo Italia" e poi la grande Festa dell'Avis.
E' presto forse per poter affermare che la Piazza, completamente rifatta dalla precedente amministrazione, è diventata il nuovo cuore del centro di Sannazzaro.
Certo è che per davvero adesso una Piazza c'è, con spazi, attività e loclai pubblici che si affacciano su essa.
Il Palazzo dei servizi socio-sanitari (Asl e dottori), 2 locali pubblici e la possibilità di sedersi sulle panchine.
Per Sannazzaro è una novità.
La Festa dell'Avis (I love AVIS) ha però segnato anche una importante novità per altri 2 motivi.
Intanto Avis Sannazzato è tornata dopo decenni a organizzare (con il decisivo aiuto della Pro Loco) una festa in Piazza.
La partecipazione è stata straordina con 300 persone che hanno affollato i tavoli del ristorante allestito per l'occasione e che hanno potuto assistere alle performaces musicali che si sono alternati dalle 19.30 alle 24.00.
Il tutto su uno sfondo di colori e la presenza del maxi-schermo con proiezione di messaggi promozionali per la donazione del sangue.

L'altra novità vera è stata l'evidente differenza tra questa location e quella di Piazzale Mainoli, ufficialmente l'area delle feste.
Piazzale Mainoli, nato come utile parcheggio e area mercato (ipotesi quest'ultima poi rivista dalla precedente amministrazione) è anche utilizzata come area delle feste della Pro Loco che può disporre di locali attrezzati, cucine, deposito, servizi e di una ampia tensostruttura.
Però l'area, per vari motivi, non è mai stata amata dai sannazzaresi.
1) E' decentrata (però un'area delle feste non può essere stabilmente presente in centro)
2) Non c'è verde (vero)
3) Non è delimitata dal resto del parcheggio (vero e la recinzione in rete-verde allestita recentemente, seppure utile, mitiga solo in parte questa sensazione)
4) C'è un palco "osceno" con pluviali in vista, stretto (quanto è costato ? chi lo ha progettato ?)

In queste condizioni la gente preferisce Piazza Palestro a Piazza Mainoli, anche perchè la prima è luogo di transito e di sosta, mentre la seconda è luogo in cui recarsi apposta per assistere agli spettacoli.
Comunque la si pensi, adesso Sannazzaro dispone almeno di una Piazza centrale.




Dossi : tutto tace.
No news, bad news.
Il semaforo di via Vigevano (rosso-stop) contiuna a fare la figura del fesso nei confronti di quelli che passano oltre i 50km/h con il segnale rosso.
Abbiamo già detto che in tanti altri paesi hanno fatto la giusta scelta di installare i dossi anti-velocità: Robbio, Gropello, Trivolzio, etc..




alla sannazzarese
Il modo di dire “all’italiana” è sinonimo di caos, confusione e pressapochismo.
Da noi, a Sannazzaro, accanto a questa usanza si sta progressivamente affiancandone un’altra : “alla sannazzarese”.
Le cose fatte “alla sannazzarese”, sono cose che vanno fatte due o più volte, prima di trovare la loro giusta dimensione…
Alcuni esempi, aiuteranno a capire meglio.
Il Palco di Piazzale Mainoli : il primo e unico palco per spettacoli al mondo con pulviali a vista, stretto e corto, costruito in un contesto dove lo spazio non era certo un problema : andrebbe demolito e rifatto.
Piazza Palestro, che adesso ha raggiunto una sua dimensione, è stata oggetto in 15 anni di 3 rifacimenti.
L’ala nuova del cimitero, realizzata 5 anni fa, è già oggetto di intervento “straordianario” per sistemare i tanti problemi causati dai lavori evidentemente fatti con i piedi e senza controllo.
Il Palazzo dei servizi socio-sanitari, a distanza di un paio di anni dall’apertura, denota problemi ai soffitti.
Ce ne sarebbero molti altri di casi da segnalare (la fontana del Parco Allevi con un ricambio d’acqua non sufficiente e quindi causa della presenza del verde salmastro in superficie oppure lo stesso Piazzale Mainoli che così com’è non è attualmente né carne né pesce e a distanza di qualche anno non riesce a diventare il punto di riferimento delle feste del paese)
Ed è evidente che ogni intervento di sistemazione/rifacimento ci costa fior di quattrini.
Chi ha progettato/eseguito i lavori ?
Basta andare nel sito del comune e dare un’occhiata alle delibere.
In alcuni casi, sono proprio”gli amici degli amici”.

La parola ai cittadini. Scrivi a : cambiasannazzaro@libero.it

L'Eco : alle opposizioni Zeru Spazio
Come volevasi dimostrare l'eco di sannazzaro è diventata la classica pubblicazione pro amministrazione.
Non è stato dato spazio a nessuno della minoranza, di qualsiasi componente, porre opinioni e confronti con l'attuale maggioranza di governodel paese ciò a dimostrazione che la campagna elettorale è iniziata.
Rodlofo Marinelli

Caro Rodolfo,
quest’Amministrazione ha in questi 16 mesi di governo dato alcuni segni di cambiamento.
E’ aumentata la trasparenza nel rapporto con i cittadini e quel fastidioso distacco (qualcuno parlava di piedistallo…) che prima separava alcuni amministratori dai cittadini si è a mio avviso ridotto.
Segnali di vita, come dicevo nello scorso post, anche sullo sviluppo, in materia di sicurezza e di “riconquista” del paese da parte degli abitanti grazie ad alcune iniziative innovative, come la Notte Bianca.
I grandi e persistenti problemi di Sannazzaro sono ancora tutti sul tappeto, ma nessuno poteva umanamente pensare che la maggioranza di centro-destra poteva disporre della tanto agognata, quanto inesistente, bacchetta delle fate.
Detto ciò, anch’io ho avuto un sussulto quando ho sfogliato le pagine dell’Eco di Sannazzaro.
Faccio due considerazioni : forma e sostanza
1) Sostanza
L'Ottimismo dell'amico Paolo Calvi, il Direttore, va analizzato.
Che ci sia "vita su questo pianeta", l'ho scritto proprio settimana scorsa e le nuove iniziative (alberghi, supermercato) portano acqua a questo mulino della speranza.
Che occorra (anzi si debba) sfruttare l'opportunità delle centinaia di nuovi arrivi per la costruzione dei nuovi impianti ENI è scontato : è' ora di smetterla con la lagna e il lamento, pensiamo tutti a fare in modo che le 2000 persone spendano in loco i soldi , quindi iniziaiive commerciali e pubbliche vanno benissimo (lo scrissi oltre un anno fa su questo blog)
Però, il fenomeno va detto tutto.
La sicurezza in primis, che vede già una situazione in cui la Lomellina (Sannazzaro in testa) è nell'occhio del ciclone dei furti , i servizi socio-sanitari che, in attesa di diventare da città, sono ancora da paese e quindi qualche preoccupazione la devono dare.
2) Forma
Avrei voluto anteporre alEco l’aggettivo qualificativo “nuovo”, ma di nuovo l’ultimo numero, dal punto di vista della forma, ha davvero poco purtroppo.
Sia chiaro. nessuno è sprovveduto ed è fin troppo evidente che un giornale prodotto dall’amministrazione comunale è caratterizzato geneticamente dalla parzialità pro-editore (sarebbe come chiedere a Feltri l’imparzialità verso Berlsuconi....)
Però ci sono dei parametri che è bene evitare di oltrepassare.
A mio avviso questo numero dell’Eco è stato un passo indietro, non c'è stata la “rottura” con il passato.
Del resto sembra questo il destino del'Eco che un tempo, in un’altra veste, ebbi modo di definire “la voce del padrone”; in questo caso non credo che ci siano padroni o padroncini in Municipio ed è altrettanto vero che in prossimità delle tornate elettorali si stringano ulteriormente le briglie informative.
Ma da chi è nuovo ci si aspetterebbe, per l’appunto, la differenza con il passato.
E’ avvenuto quindi ciò che capitò con lo scandaloso Eco di maggio 2009 (una pagina per ogni assessore), la tentazione di monopolizzare il foglio informativo locale, trasformandolo in megafono propagandistico pagato dai soldi di tutti noi.
E’ stata una tentazione fortissima e chi siede a Palazzo Pollone ha applicato alla lettera la citazione di Oscar Wilde “L’unico modo per liberarsi delle tentazioni è cedervi”.

Il Pec dei desideri.
Caro Elvio,
ho letto sul tuo blog che il 9 sett sarebbe stato presentato il nuovo PEC da questa Amministrazione.
Anch' io in privato avevo ricevuto le stesse promesse dall' Assessore alla protezione civile.
Alla mozione di Maggi (Aria Nuova) presentata a marzo che chiedeva di fissare una data massima di applicazione del Pec fu risposto "picche", ma l' Assessore Fuggini disse che comunque sarebbe stato emanato alla svelta.
Oggi 17 settembre 2010, mi pare non abbiamo alcuna nuova informazione e mi chiedo che valore hanno tutte queste promesse visto che non mi risulta sia state mantenute, a dimostrazione di quanto poco gli amministratori credono sull' utilità di questo strumento che potrebbe salvare molte vite se uno di quegli incidenti che ogni tanto ricorrono, fossero meno fortunati di quelli già accaduti.
Basterebbe iniziare a studiare le informazioni da dare ai cittadini e al modo di avvisarli in caso di pericolo, nonchè studiare e applicare un piano di sicurezza per i ragazzi di tutte le scuole di Sannazzaro.
La realtà temo sia invece che si è iniziato a riscrivere un lungo testo burocratico già scritto e adottato dalla precedente Amministrazione tre anni fa, ma completamente inutile perchè ancora mancante della parte attuativa che ho elencato sopra e mancante anche dei nomi e cognomi dei responsabili comunali che dovrebbero diramare l' allarme.
Sarà vero che nel frattempo si è modificato qualche legge che imponeva questo strumento già 20 anni fa, ma non è cambiata la sostanza.
Occorre stringere i tempi e non campare altre scuse per ritardare ulteriormente.
Andrea Ziglioli

Mi dicono che il Piano di Emergenza Comunale è stato presentato qualche giorno fa.
Non so però dirti né dove, né da chi, né a chi.
Il PEC raggruppa azioni/contatti fondamentali da disporre in casi di emergenza e sappiamo bene che la nostra area è considerata ad alto rischio industriale.Il PEC va diffuso a noi cittadini mediante generazione di brochure chiare e semplici.
Personalmente dico che fino a quando il Piano
a) Non è Formalizzato
b) Non è Pubblicato
c) Non è Diffuso alla popolazione tramite informativa idonea
d) Non è Definito il responsabile della sua manutenzione
e) Non prevede esercitazioni periodiche
è un Piano inutile.
Il Blog è a disposizione dell’Assessore alla sicurezza Fuggini e di tutta l’Amministrazione per aiutare i cittadini a capire lo stato dell’arte.

Rilfessione a 360°

Buongiorno,Leggo spesso questo blog un po' per tenermi informata sui fatti salienti della metropoli :-D un po' (un bel po' direi) perchè sono ovviamente sannazzarese e quindi voglio bene al mio paese e, come per una vecchia zia, voglio conoscere la sua salute e rendermi conto se in qualche modo potrei tornare utile e infine perchè l'aplomb e questo umorismo un po' anglossassone del "padrone di casa" mi fanno sempre sorridere!!
Oggi apro il "girnale virtuale" (blog) e inizio ad aggiornarmi sui fatti degli ultimi giorni...e come ogni volta mi ritrovo a leggere e commentare i fatti.
Per onestà devo dire che spesso mi ritrovo a non concordare su alcuni argomenti ma in altrettante occasioni (o forse ancora più spesso) mi ritrovo completamente d'accordo con i pensieri del padrone di casa.
Oggi, invece di fare come al solito, ho deciso di condividere i miei pensieri...
Perchè? beh non ne ho la più pallida idea, ma ho sentito la voglia di farlo, un po' come se fossimo al bar, un tavolino accanto all'altro e si commentasse ad alta voce un titolo della provincia... SEGNALI DI VITA.... [...]Il prodotto di tutto ciò è la Sannazzaro di oggi : 1 solo supermercato (+ 1 mini market), servizi commerciali scoperti (elettronica, informatica, libri, etc.) e purtroppo tra brevissimo un laboratorio di analisi mediche che si trasferirà fuori paese.
E fino a oggi anche il settore dell'ospitalità alberghiera era in stato comatoso.
Una mini notizia: la cartoleria sulla via principale, con il cambio gestione, al suo interno ora ha anche una mini stanzetta adibita a libreria per grandi e piccini...poco, lo so, ma sempre meglio del nulla di prima :-D e poi i due ragazzi sono veramente carini e in caso di esigenze particolari sono assolutamente disponibili nell'ordinare ciò che si cerca.
Il nuovo albergo (piccola premessa: io abito in via Roma, poco prima del "Palazzo di Pisa..." che fortuna sfacciata che ho vero??? :-D ) onestamente un pelino di paura mi fa... Non ho ancora ben chiaro da chi sarà gestito...Cosa ci azzecca??
Ovviamente dalla quantità di peli sullo stomaco del gestore dipenderà ...emh.... l'eleganza??? della clientela...ci siamo capiti no???
Comunque per logica penso questo: nella base di questa costruzione nascerà un ristorante (sono persicace eh???)...ora...se io porto lì una escort non è di sicuro per offrirle ostriche e champagne...quindi con me si ha l'unico guadagno della stanza ad ore...anzi no, nemmeno quello perchè mentre io vengo lì a prenotare una camera per mezz'ora (facciamo 50 euro?) una combricola di amici sta arrivando: marito moglie due bimbi e un'altra coppia; tutti lì per mangiare...se non fosse che lo sguardo di mamma è scivolato sul vestito (o l'assenza di esso) della...signorina..."ma in che posto ci hai portato?? (ovvio che è sempre colpa del marito :-D) io lì dentro non entro che schifo..."
Nell'arco di 5 minuti (o forse anche meno) il gestore ha perso 5 ordinazioni e mezzo....facciamo quindi...almeno 100 euro??
Nell'arco di un mese il ristorante ha chiuso;perchè se c'è una cosa che non manca a Sannazzaro è l'amore per il pettegolezzo e l'amore per la distruzione di ogni iniziativa :-S
Per logica io non spendo centinaia di migliaia di euro per ritrovarmi dopo poco tempo con unalbergo che mi va solo a ore (quasi esclusivamente di notte) e un ristorante in disuso... Da cittadina che crede nel futuro e nell'intelligenza delle persone eliminerei (almeno nell'immediato) la possibilità di vederlo trasformato in un P...ostribolo?(?)
La concorrenzaAltra pecca da aggiungere al mio curriculum (oltre al domicilio in via Roma) è che quel posto dimenticato dal signore, pieno di delinquenti e banditi pronti a rubare nei portafogli dei poveri pensionati ( :D) conosciuto al secolo come Carrefour mi da di che vivere....Esatto...io lì ci lavoro...Ed è una cosa veramente assurda che quando vado in giro io debba tenere un basso profilo perchè tutti ne parlano male.... (qui quando vuoi possiamo fare un lunghissimo discorso su pre e post Carrea perchè veramente noi dipendenti abbiamo iniziato a star bene solo con carrefour...)I prezzi sono alti?
E' vero. In parte.
Io lì ci lavoro ma la spesa la faccio dove mi pare.
Prima ero solita andare al Galassia (ho lavorato pure lì) e in molte cose c'era il risparmi. Ultimamente i prezzi sono aumentati parecchio anche da loro, anzi in molte cose ci superano pure.
Ovvio che la domentica con il 15% di sconto sulla spesa conviene (facciamoci un salto di sabato però a controllare che nel mentre i prezzi siano un po' aumentati...)
Iper...lui conviene con le offerte o comunque conviene per la quantità di scelta che ci vien data...nel complesso però contiamo il tempo speso, la benzina e il fatto che lì col cavolo che i dipendenti ti fanno ridere... Qui Carrefour è l'unico sulla piazza; normale che i prezzi siano più alti.
Ma fosse stato un Famila, un Gulliver, un market COOP sarebbe stata la stessa cosa.
E' la politica commerciale adottata da ogni grande distribuzione...e poi...è normale anche che i prezzi in questi mega centri commerciali siano più bassi: noi si compra 1 collo di tonno per volta ovvero 24 confezioni da 3. A Iper comprano un bancale di tonno ovvero circa 120 colli!!! Aumenta la richiesta diminuisce il prezzo è ovvio. Perchè non lo facciamo anche noi?? Perchè ,in primis, tempo che siamo arrivati alla fine del bancale il tonno è scaduto o poco ci manca e in secondo luogo ci mancano quei 7 8 cento metri quadri (se non di più) di magazzino...
Comunque...dicevamo...arriverà la concorrenza... Ma si è ben capito quale marchio aprirà??
Alle nostre orecchie è arrivata la voce di un Gulliver. qualcuno è mai andato a fare un giro in uno di quei supermercati?? Sono sparsi un po' per tutta Voghera e mi pare ce ne sia uno anche a Pieve del Cairo...ma...porcaccia...sono cari come il fuoco!!! Ciò non toglie che un po' di sana concorrenza non potrà far altro che abbassare un po' i prezzi ma da qui a parlare di un discount...beh, la gente ne rimarrà molto delusa...l'ennesimo "cambia mai gninta..." L'ALbergo Italia riapre....onesta??
Non ne ho sentito la nostalgia quando ha chiuso...
Non E' mai stato frequentato dalla crème de la crème...e se ci si passa davanti son sempre le solite facce...e per nulla rassicuranti
Tra l'altro, il riavvio dell'Albergo Italia, servirà a rivitalizzare Piazza Palestro con evidenti benefici per la sicurezza e la vivibilità.
La sicurezza che quei quattro ubriaconi marocchini e colombiani ora si son spostati dalle panchine ai tavolini...
La vivibilità..quello si ora almeno la sporcizia per terra se la raccoglie il bar...che sia la volta buona che la nostra piazza non venga più scambiata per una lettiera con tanto di sabbietta del gatto...
Città?Ma invece di batterci e Sbatterci perchè venga riconosciuta Sannazzaro città facciamo in modo che il nostro PAESE diventi vivibile, sano (nei limiti delle possibilità), sicuro.
Io qui ci son cresciuta. Abitavo in Via Vigevano e a nove, dieci anni la sera alle 20 andavo a prendere il gelato alla Golosa a piedi con un'amichetta.
Alle 21 tornavamo a casa io e lei da SOLE.
Non avevamo paura per il semplice fatto che non c'era motivo di averne.
La mia mamma sai cosa mi diceva?? "Mi raccomando attenta alle macchine sullo stradone!" Cioè ci rendiamo conto??
La paura di una madre era che un'auto passasse a forte velocità e ci travolgesse!!! Ora l'incubo di una madre è che la propria figlia venga stuprata in un paese dove tutti sanno tutto di tutti...Ho 30 anni, il venerdì sera ci si ferma al lavoro a caricare fino alle 22. Poi torno a casa a piedi. Credimi, non esagero quando dico che dai "tre scalini" io mi faccio quei 300 metri col cuore in gola. Ho paura. Ho trent'anni e non sono libera di passeggiare col cuore in pace. Se sento una macchina rallentare mi vien caldo...davvero eh! Quando metto piede in casa mi pare di essere tornata a casa dalle crociate.... Escort, Stelline, Lucciole, Corpivendole Fumo. Ho un bimbo e non mi va di intossicarlo per colpa di un mio viziaccio. Esco a fumare sui gradini di casa, la sera. Un attimo di relax, guardo le stelle, penso...insomma roba leggera... Ho un appuntamento fisso: le stelline che passano. Ormai faccio l'appello...qualcuna mi saluta pure...Prima arrivano un paio di sudafricane, cellulare in mano, parlano quell'inglese dialettizzato, urlano al telefono come pescivendole, sembran sempre arrabbiate e fanno telefonate kilometriche...parton da casa col telefono all'orecchio e tornan su (seconda sigaretta della serata) ancora col cellulare al telefono...san parenti del signor Vodafone...bah... Poi è il turno dell'est...Ah quelle son splendide...il fiore all'occhiello della prostituzione... le STELLINE. Loro si muovono in gruppo da tre. Camminano in fila indiana. Le due alte aprono e chiudono il gruppo. Sono splendide.Fisico da modelle, bionde come il grano, capelli perfetti, tacchi da mezzo metro. Loro sono silenziose. Si sente solo TAC TAC TAC...Inutile dire che loro vanno per la maggiore...non fanno nemmeno in tempo ad arrivare al semaforo che le han già caricate... Poi per ultime le mie preferite...Preferite perchè ormai ci sono affezionata...loro sono le veterane...si vedono a Sannazzaro ormai da una vita, sanno che tu sai, ti salutano, qualcuna ti fa anche la battuta...passo spento, non hanno più voglia, non si vestono nemmeno più come un tempo...un po' come una moglie sposata da anni: o ti va bene così o ti va bene così... qualcuna parla al telefono; mezze frasi intercettate Hola mio amor arribo arribo non vedo l'ora di bederte... Hanno i loro clienti affezionati che le aspettano...
Sono almeno tre anni che c'è questa litania. Devo ammettere, per amor di verità che un paio di volte ci son state scene un po' assurde: torno da un concerto (mezzanotte, non più tardi) scendo dall'auto prima io, faccio il giro per avvicinarmi al cancello. Si ferma un auto. Si è accorto subito dell'errore (avevo su cuffia sciarpa piumino...) non dice nulla e se ne va.
Nel frattempo mio marito mi è parso flash.
Trenta secondi ed era al mio fianco.
Non è successo nulla ma se fossi stata da sola dalla paura ci avrei smenato almeno un ventricolo... Un'altra volta torniamo a casa (l'ora più o meno la stessa) e c'è una corpivendola proprio sotto casa. Appoggiata all'albero.
Ci vede e se ne va.
Mio marito non convinto aspetta, questa torna e lui ci va a litigare.
Fine della storia: lui gli dice di spostarsi sennò chiama la polizia, lei si gira, alza il dito medio e snocciola uno zingarelli di parocce. Alla fine con la coda tra le gambe mio marito è uscito, ha preso la macchina e l'ha messa in garage per paura che a questa venisse la brillante idea di graffiargliela. Giorno dopo in comune...ma cosa te lo dico a fare...Cmq, premessa a parte (già era solo una premessa....) devo dire che quando ho saputo del CASINO' ho pensato ad un errore d'ortografia..o di stampa...e invece donna di poca fede ho dovuto ricredermi...
Le stelline e tutto il resto della combricola non ci son più.
E' da qualche tempo che son sparite...o comunque ne vedi (se la vedi e nemmeno tutte le sere) non più di un paio...Il mio show serale è sospeso...e ora mi fa compagnia un libro... Non canto vittoria, ma per il momento 1-0 per il comune... O mannaggia, si è fatto tardi, vado a casa a preparare il ragù che domenica son d'obbligo le lasagne... Emh...il caffè lo paghi tu vero??? Dai che il prossimo lo pago io...
Le ultime due cose così ci pensi mentre vai a casa: Discarica d'amianto a Ferrera?? ma perchè non usiamo il palazzetto dello sport per detonare le bombe atomiche???e questa è per la serie stavamo meglio quando stavamo peggio (o roba del genere...odio i vecchi detti...) questa notte hanno dato fuoco al cassonetto della carta davanti a casa...cioè ma sti ragazzi (perchè spero che siano ragazzi almeno hanno l'alibi del cervello non ancora definitivamente sviluppato) non hanno proprio nulla di meglio da fare di notte??? che so io tipo dormire....

Cara ??
La ringrazio per l'attenzione con cui segue io Blog, che in effetti è utilizzabile come piazza virtuale per esternare le proprie opinioni
Non ho nulla contro il Carefour (che le dirò mi dice mia moglie avere fatto un salto di qualità rispetto alle vecchie gestioni). Dico però cher avere più possibilità di fare la spesa è un vantaggio.
Per la sicurezza, marocchini, stupri etc...
Mi dica per favore i casi di aggressione negli ultimi 20 anni a Sannazzaro.
Glielo dice uno che ha un figlio che qualche sera esce regolarmente fino a tardi.
Giusta la preoccupazione di sua madre sullo stradone : c'è ancora lo stradone e c'è ancora la preoccupazione.
Come c'è ancora la gelateria ; forse siamo noi ad aver perso la voglia di frequentare il paese.
Un ultimo suggerimento (lo dico da chi ha letto ... con fatica la sua nota fino in fondo, non per i contenuti ma per la forma) : la prossima volta maggiore attenzione alla forma....
Per il resto è ok

Nuova Tribuna "Bolognese" allo stadio.
Al compianto Sindaco Ing. Roberto Bolognese sarà dedicata la nuova tribuna del Campo Sportivo Ghislieri.
Le tribune verranno inaugurate il giorno 19 settembre.

Visita senologica gratuita
Segnalo la seguente interessante iniziativa:
In occasione del mese della prevenzione previsto per ottobre, si informano le donne di età superiore ai 25 anni residenti in Sannazzaro, che il Comune “Assessorato Servizi alla Persona”, in collaborazione con la LILT (Lega Italiana Lotta Tumori) e con l’ASL di Pavia, aderisce alla campagna di prevenzione “Nastro Rosa”, che prevede l’esecuzione gratuita di visite senologiche.
La giornata dedicata alla prevenzione del tumore al seno, prevista per il 9 ottobre 2010, ha come obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce, informando il pubblico femminile anche sugli stili di vita sani da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare.
Chi volesse sottoporsi alla visita senologica gratuita, deve chiamare i numeri 0382-995636 995632-995641 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.30, il sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e il martedì e il giovedì anche dalle ore 15.30 alle ore 17.30, entro il 30 settembre
.

6 commenti:

Marco Schena ha detto...

ho tre riflessioni:

1) mi domando come mai non si utilizzi piazzale Mainoli per esempio per il martedi della festa cosi da mettere le bancarelle per tutto il giorno! Sinceramente non prendo mezza giornata di ferie per andare il martedi mattino! PS: se il sig. Zerbi mi legge: ha mai contattato il famoso "Mercato del Forte" di Forte dei Marmi per organizzare ogni tanto un bel mercato extra feste ed extra giovedi?

2) per i dossi che parecchi paesi minori stanno adottando....voglio essere un po' scurrile: siamo come le "palle" del toro (o di altro animale maschio): INDIETRO!

3) alla ragazza della riflessione a 360°: voglio dirti che ho letto con molto interesse la tua riflessione! Una sola parola: SPETTACOLARE! Si, spettacolare perchè hai saputo amalgamare la realtà che sappiamo tutti presente in via Roma con una sorta di poesia! Brava!

Marco Schena ha detto...

Per Elvio.... Sannazzaro nell'ultimo decennio è cambiato tantissimo. In negativo.
E' la realtà. Purtroppo.

e.v. ha detto...

Caro Marco.
Non mi sembra di aver mai detto il contrario.
Dico solo che forse la gente non si rassegna al fatto che questo non è più un paese.
Questo è un fatto ed è inutile rimpiangere tempi che non ci sono più.
Guardiamo avanti e lavoriamo tutti per migliorarlo

Marco Schena ha detto...

non voleva essere una critica, ma ho letto che chiedevi alla ragazza della riflessione casi di aggressione negli ultimi 20 anni:
beh....la donna aggredita non piu' di un anno' fa in zona conto' (poverina era anche malata), l'ex sindaco colpito a freddo, e tanti anni fa' in zona loreto un uomo l'hanno ammazzato a colpi di pistola.

Ma 20 anni io ero un ragazzino di 15 anni....ma manco mi sognavo di fare "ragazzate fuori dal normale" perchè la punizione era d'obbligo da parte dei miei genitori se sbagliavo. Urlare e mandare a quel paese le persone adulte? Ma scherzi? Ho avuto modo di assistere da lontano ad una scena grottesca: una donna anziana in bici che senza volerlo ha allargato troppo una curva e ha incrociato un ragazzetto di 15-16 anni che andava in senso opposto con lo scooter.....ebbene quel pistola maleducato ha sciorinato una colorita melodia di parolacce verso la nonnetta che non ti dico.
20 anni fa non sarebbe successo....questo te lo assicuro.

e.v. ha detto...

Verissimo Marco.
20 anni (forse 30...) c'era un altro mondo, un'altra scuola, un'altra educazione. E forse altri genitori.
Ecco perchè dico che questa è la situazione. Guardiamo avanti e cerchiamo di migliorare il migliorabile

Marco Schena ha detto...

Elvio la cosa che mi fa rimanere perplesso è che i genitori di adesso sono quelli che erano ragazzi 20-30 anni fa!! Proprio negli anni che, come dici tu e confermo anche io, c'era un altro mondo, un'altra scuola, un'altra educazione. E forse altri genitori.
Allora c'è qualcosa che non quadra!!