12 giugno 2010

161 - Notte Bianca 26 giugno. Esempio di Innovazione & Ambizione



Buona settimana a tutti.

Da quando abito a Sannazzaro (15 anni), mai nessun evento è stato tanto atteso.
Il 26 giugno ci sarà la 1a Notte Bianca di Sannazzaro.

Prima di parlarne compiutamente, il Blog si associa alle proteste della stampa, della Polizia e della Magistratura (nonchè di moltissimi cittadini) contro la legge bavaglio che di fatto limita l'informazione sulle intercettazioni.
Saremo costretti a leggere i siti internet e i giornali stranieri per sapere tutto sulle indagini in corso, magari a carico di qualche bandito-politico?
Riporto una frase dell'immenso Indro Montanelli che nel 2001 scrisse :
"Anche al tempo del regime fascista gli italiani che volevano sapere la verità potevano cercarla sui giornali stranieri. Ma non ne erano affatto contenti".
Montanelli era dichiaratamente di Destra, quella liberale ovviamente...

Veniamo all'evento dell'anno, la Notte Bianca del 26 giugno.
Per capire l'attesa basta andare in FaceBook e contare le decine e decine di persone che hanno già dichiarato di partecipare ai vari inviti proposti in quest'ambito.
Ho messo anch'io un invito (1a Notte Bianca Sannazzaro), inviato grazie alle condivisioni a quasi 200 persone e oltre 60 hanno già aderito.
La seranza è vedere le strade e le piazze del paese affollate di gente fino a notte fonda.
Le attrazioni messe in campo dai commercianti, dal Comune e dalla Pro Loco sono davvero tante e invito a
consultare l'elenco sul sito comunale .
A brevissimo dovrebbe anche partire la campagna promozionale con volantini e inserzioni sui giornali e manifesti piazzati nei principali comuni della provincia.
La speranza è vedere arrivare a Sannazzaro tante persone richiamate da ogni angolo della provincia e che possano andarsene con un ricordo positivo.
Parlando con gli Assessori ho in diverse occasioni sostenuto che la Notte Bianca non deve essere vista come l'ennesima festa del paese, come una serata di attrazioni simili alle altre che caratterizzano il periodo da giugno a settembre.
Deve essere qualcosa di molto più "ambizioso".
E' un esperimento e speriamo che riesca.
Certo per risollevare le sorti del paese e del commercio locale ci vuole molto altro.
Ma io penso che in ogni caso "Ambizione e Innovazione" devono essere alla base di chiunque amministri, in particolare per chi amministra Sannazzaro le cui potenzialità vanno sfruttate per intero.
Ecco penso che la Notte Bianca sia un bell'esempio di Ambizione e Innovazione e che soprattutto sia un'opportunità per Sannazzaro di mettersi in mostra, una volta tanto, per qualcosa di positivo.

E anzi suggerirei al Comune la mattina di fare uno sforzo straordinario per dare una bella accoglienza a chi verrà d fuori (viali di ingresso puliti etc.)
In ogni caso un plauso all'Amministrazione per la bella iniziativa.
Ci vediamo nelle piazze !




44 giorni in fila per 3 con il resto di 2....!.
Il semaforo di via Vigevano non funziona da 44 giorni.
Ma anche se funzionasse cambierebbe poco.

I dossi artificiali per rallentare il traffico costerebbero molto meno in manutenzione e ... funzionerebbero sempre (non proprio un dettaglio)!!
I lettori del Blog hanno espresso la volontà di rimuovere il rosso-stop e installare i dossi.
Il Comune sembra orientato a sistemarlo con attivazione di una telecamera.
Alcuni cittadini mi dicono che sono contro i dossi per il rumore che provocherebbero.
Non ci credo. Non può essere.
Meglio vedere auto e moto andare a 80 all'ora?
Meglio che ciclisti e pedoni rischino l'incolumità?
I Dossi ssi pietra e porfido (arredo urbano...) impongono quasi lo stop e non possono provocare rumore.
I dossi andrebbero messi anche in via Roma, in Via Loreto, in Via Italiae in via Pavia.

Sentiero dell'Erbognetta.
In attesa del Global service (il servizio che dal primo di giugno, ma di fatto da dopo l'estate, dovrebbe occuparsi della tenuta delle aree verdi)
Pachine rotte, cestini quasi scomparsi.
Così da parecchi mesi, direi oltre un anno.
Coraggio !




Torneo di Calcetto in Oratorio. Ecco i campioni
Si è concluso il Torneo di calcetto dell'Oratorio Don Bosco.
Nella fascia giovani, successo della squadra Findus, di cui riporto la foto fornita dall'amico Pippo Ammirati.
E' stato senza dubbio un torneo che ha riscosso successo e che segue di poche settimane quello di Ping-Pong.
Speriamo che visto il successo si trovi il tempo (e i soldi soprattutto ...) per rifare il campo da calcetto con la partecipazione della comunità.


Mons. Mario Bandera, la Chiesa vicina alla gente.
Ci sono tanti casi fortunatamente in cui la Chiesa Cattolica vive tra la gente e si "nutre" dei problemi quotidiani che caratterizzano la vita comune.
Questo ci fa ben sperare proprio in un momento dove per altre inquietanti vicende alcuni esponenti del clero sono accusati (quando non rei confessi) per fatti inenarrabili.
Mons. Bandera (Direttore del Centro Missionario Diocesano di Novara, Direttore dell'Ufficio per i problemi sociali e del lavoro, delle commissioni diocesane "Giustizia e Pace" e "Salvaguardia del Creato" della Diocesi di Novara, assistente diocesano delle ACLI di Novara) è un esponente di quella parte della Chiesa più vicina al sociale.
Lui si è auto definito con ironia un "comunista".
Certo è che durante il bell'incontro dedicato ad illustrare i tratti salienti dell'ultima Enciclica di Papa Benedetto XVI (Caritas in veritate) organizzato dal Circolo Acli di Sannazzaro per celebrare il proprio 50° dalla fondazione, ho potuto ascoltare Mons Bandera raccontare le sue tante esperienze vicinissime ai problemi spesso drammatici delle persone.
Sia all'estero (Burundi, Brasile) dove ha citato episodi che ci hanno fatto davvero capire come, al di là dell'aspetto cristiano, i sacerdoti in quelle parti svolgono una fondamentale opera umanitaria (alfabetizzazione e sostentamento), sia in Italia dove, proprio in questi mesi di devastante crisi, ha portato conforto alle persone che hanno perso il posto di lavoro o che sono in lotta per mantenerlo.
Lasciatemi ringraziare Pieragelo Fazzini (Presidente del locale circolo Acli) per aver organizzato il bell'incontro.
Mons. Bandera andrebbe davvero ascoltato ancora, e spero che lo si possa rivedere anche in futuro.


La parola ai cittadini. Scrivi a :

cambiasannazzaro@libero.it

Raccolta porta-a-porta da miglirare
Ciao,
devo fare un appunto sulla raccolta porta-a-porta dei rifiuti, ben venga la differenziata, ma il problema sorge sugli orari della raccolta stessa.
In via Cairoli vengono posti sulla pista ciclabile, dal mattino alle ore 8,00, ibidoni e i sacchi del ex Carrea oggi Carrefour per essere poi caricati dopo le ore 10,00; in questo lasso di tempo, specialmente nelle giornate soleggiate,odori nauseanti infestano l'aria vicina (Bar,negozi,abitazioni), lunghe code si formano durante le operazioni di carico e cosa non meno trascurabile si ostruiscono la pista ciclabile ed il marciapiede.
E' vero che anche il supermercato deve poter scaricare i rifiuti,ma perchè non lo fanno sulla piazza sotto i porticati dove si trova anche materiale del Carrefour stesso?
Mi auguro che l'amministrazione trovi in brevissimo tempo soluzione del problema, l'estate incomincia.
Grazie
Marinelli Rodolfo

Cambia Sannazzaro
ha sempre auspicato l'estensione della raccolta porta-a-porta.
E' un fatto di civiltà e proprio nei comuni dove governa la Lega, la modalità è ormai in essere da molto tempo.
Mi aspetto che anche a Sannazzaro si facciano passi avanti, magari migliorandone la raccolta e risolvendo quindi situazioni come quella riportata.
Anche qui, oltre all'onestà (non del tutto un dettaglio nell'Italia del 2010!!) le caratteristiche con cui valutare gli amministratori sono soprattutto 2 : Innovazione e Ambizione.
Innovazione nell'attuare iniziative che guardino avanti, che migliorino la vivibilità, che sappiano destare interesse, cercando di non limitare l'azione al solo consenso e alla gestione dell'ordinario (le proposte avanzate dal Blog ne sono un esempio).
Ambizione, per fare in modo che Sannazzaro sfrutti tutte le potenzialità sinora inespresse, diventando per davvero il centro di aggregazione della bassa Lomellina.
Sono due parametri fondamentali per poter amministrare bene, che devono essere presenti sia tra chi goverma Sannazzaro (o si candida a farlo : astenersi dal fare poltica chi non li ha, grazie), sia tra i cittadini, quando devono valutare chi si propone alla gestione dei beni pubblici.

Elargizioni e beneficienze
Las sezione AVIS di Sannazzaro ha ricevuto :
- 100 euro da Giovanni Maggi,
- 150 euro da Andrea Rocca in memoria del nonno Roberto Bolognese, compianto ex-Sindaco scomparso a inizio dell'anno

Il Blog pubblicherà tutte le elargizioni comunicate

1 commento:

Marco Schena ha detto...

beh....devo dire che il programma è ricco di eventi e organizzazioni!
Io ci saro'!
Mi sembra giusto e rispettoso nei confronti di chi sta organizzando al meglio questa prima (e spero non utlima) NOTTE BIANCA SANNAZZARESE!