14 marzo 2009

A Sannazzaro la difesa della legalità soffre di stitichezza


Buona Giornata a tutti.

E' una patologia storica presente in chi ci ha amministrato nel corso degli anni.
La stitichezza della legalità.
Una patologa che non permette di difendere il rispetto delle regole, del vivere civile, in cui chi sbaglia è giusto che paghi.
No, sono concetti assenti nelle amministrazioni passate.
Quella uscente inclusa.
E' un fenomeno che meriterebbe degli studi e delle analisi particolari.
Di qua la gente, i cittadini-constribuenti che pagano le tasse che per la maggior parte rispettano le norme, le regole, il codice della strada.
Di là l'Amministrazione comuale timorosa (ma forse lassista...) nel far rispettare la legge, anche le regole più elementari che così si rende complice di chi è menefreghista e non rispetta leregole.
Come la foto che ci ha spedito un lettore.
Il filotto del parcheggio selvaggio.
Il Parcheggio pubblico gratuito di Piazzale Mainoli è li a 50 metri scarsi.
Un Parcheggio comodo e sotto utilizzato.
Ma evidentemente l'assenza di controlli permette che gli incivili la facciano franca.
Non è notte, non è un giorno festivo.
No.
E' sabato 14 maro.
Il Blog in questi mesi è stato un tripudio di commenti di cittadini che chiedono il "perchè" di questo incomprensibile atteggiamento di tolleranzamassima.
Ho scritto al Responsabile dei vigili sulla situazionedell'ordine pubblico a Sannazzaro.
Voi avete avuto risposta?
No ?
Nemmeno io!
Ho scritto ad Abela (assessore alla Polizia Locale).
Lui mi ha preannunciato una risposta.
Sto ancora aspettando.
Vorrei far presente che, è vero che domandare è lecito e rispondere è cortesia.
Che non c'è nessun obbligo di rispondere ad una e-mail, che non ha carattere formale.
Ma vorrei anche ricordare al Capo dei vigili che, fosse solo per la mia addizionale Irpef che verso al Comune ogni mese, la sua cortese risposta credo che rientri in un comportamento che rispetti anche chi/coloro che contribuiscono a garantire il suo stipendio.
Ricordo che il servizio di polizia locale è uscito bocciato senza appello dalla , che il Blog ha fatto con i cittadini.
Tornando alla stitichezza della legalità, questa patologia ha evidenti sintomi riscontrabili quotidianamente.
Avete mai visto un cittadino maleducato multato per aver lasciato gli escrementi del suo cane sul marciapiede?
Avete mai fatto caso a quante auto passano con il rosso in via Vigevano, fregandosene del semaforo rosso-stop (altro spreco di denaro pubblico, in quanto i dissuasori precedentemente rimossi erano molto più efficaci..)
Avete fatto caso a quante auto sono parcheggiate abusivamente, senza la contravvenzione?Avete fatto caso all'ultima trovata di "non punire" chi non differenziacorrettamente i rifiuti nella raccolta porta-a-porta?
Ecco, il tema della sicurezza non si affronta solo militarizzando il paese.
Lo si affronta dal basso, dal rispetto quotidiano delle regole.
Dall'intodurre il concetto che è gusto che chi sbaglia deve pagare.
Chiunque esso sia.
Certo il tutto è molto più complicato in Italia, una nazione dove il capo del governo, Bersluconi, ha fatto votare una legge per cui non è possibile sottoporlo a processo penale.
Ma questo è un altro tema.
Iniziamo dal basso.
Iniziamo da Sannazzaro.


Un'altra eccellenza sannazzarese. La nostra Protezione Civile
In ripetuti post ho fatto riferimento a quelle che personalmente chiamo le eccellenze sannazzaresi.
Associazioni, entità o altro che danno lustro alla nostra comunità e che mi fanno dire a tutti i miei concittadini che a Sannazzaro esistono, eccome, le potenzialità per migliorare le cose.
Non è un qualcosa che nasce dal semplice spirito campanilistico, ma è frutto di un'analisi attenta della realtà, che non è fatta solo di politica.
Parliamo di un'associazione di volontariato, che però lo è in maniera particolare.
Come ci ha anche raccontanto Vittorio Airoldi tempo fa nella sua rubrica.
Il Gruppo Lomellino di Primo Intervento, rappresenta la Protezione Civile a Sannazzaro. Perchè è un'associazione particolare?
Perchè eroga un servizio alla comunità.
Il GLPI, come del resto ad esempio la Croce d'Oro (e come potrebbe diventare l'Avis...) svolgono un servizio che direi vitale per il nostro paese.
Conosco molti dei volontari impegnati nel GLPI, a partire dal Presidente Giorgio Papa, il nostro Bertolaso (un passato da responsabile del servizio anti incendio presso l'ENI proprio a Sannazzaro) ed è per questo che dico che l'associazione è efficace ed efficiente.
E' efficace perchè svolge dei servizi importanti che non sarebbero garantiti senza la sua presenza.
Non è un doppione, un qualcosa in più.
Li ho visti durante le nevicate (non solo quelle di quest'anno), alle prese con la rimozione dei pericolosi rami degli alberi oppure per aiutare i cittadini in difficoltà con le automobili sulla neve.
Svolgono il servizio d'ordine al cimitero durante le giornate di ricordo dei defunti oppure durante le bicilettate o le manifestazioni podistiche organizzate da Genitori Insieme o dal GP AvisAido.
Hanno prodotto in passato diversi opuscoli, distribuiti ai cittadini, riguardanti rischi vari (Gas etc..) ed hanno partecipato nelle scuole del paese ad attività informative in ambito prevenzione, distribuendo il caaschetto giallo di protezione, il simbolo della sicurezza.
Tutte attività che i volontari svologono a seguito di una convenzione stipulata con il Comune.
Il GLPI è regolarmente coinvolto anche a livello provinciale e regionale in esercitazioni di protezione civile ed ha partecipato persino al servizio d'ordine durante la celebrazione dei funerali a Roma di Papa GIovanni Paolo II.
Ho visto tempo fa la loro struttura, ospitata nei locali attigui allo Stadio in via San Francesco e sono rimasto colpito dall'immagine di efficienza.
E del resto efficienza e tempestività sono le due principali virtà del GLPI.
Anche i mezzi utilizzati in caso di emergenze, testimoniano il livello di importanza che l'associazione riveste.
Invito i lettori del Blog a visitare il loro sito (http://www.glpi.it/) e ad apprezzarne il loro operato in tutte le occasioni.

3 commenti:

un sannazzarese indignato ha detto...

stamattina andando al lavoro sono passato per via Vigevano (erano le 07,10)...io entravo in paese e una donna (o meglio una ragazza di circa 30 anni) con una piccola macchina azzurra percorreva in direzione Scaldasole a velocità notevole; il semaforo le impone di fermarsi....era rosso!
Secondo voi si è fermata?? Ma manco morta!! Che schifo!!
Rimette i rallentatori artificiali...quelli almeno ti obbligano a rallentare se ci tieni agli ammortizzatori della macchina!

mara perego ha detto...

Sono passata circa un quarto d'ora fa in auto davanti al bar Cordera.
Come al solito, fila di macchine di incivili che per bere un caffè devono entrare nel bar in auto, rallentamento generale di chi percorreva la strada nei due sensi. Questo succede a tutte le ore del giorno e i vigili sono di fronte, ma evidentemente non ritengono necessario multare chi non rispetta le regole, e questa non è una novità.

elvio vivaldini ha detto...

Vogliono armare i vigili.
La pistola per restare in ufficio a cosa serve?
Non si vede un vigile che gira.
La gente si lamenta.
La Responsabile dei Viigili chenon si degna di rispondermi.
L'assessore relativo nemmeno.
Il caos, la tolleranza è voluta.
Non so perchè, ma è voluta.
I volontari civici darebbero u segnale si sicurezza che adesso manca.
E se la gente li vuole è il fallimento di questa Amministrazione sulla sicurezza.
Ringraziamo anche di questo il Sindaco DeBattista.