16 novembre 2008

Il CDD visitato dai soliti B....

Sono tornati. Io li chiamo bastardi
Qualche notte fa alcuni ignoti sono entrati in alcuni bar del paese. Fin qui, episodi gravi, odiosi, ma purtroppo entrati ormai nell'ordinarietà, tanto da passare sfortunatamente quasi inosservati.
Ma questa volta sono andati oltre. Hanno visitato il Centro Diurno per Disabili. Ed ecco perchè io li chiamo bastardi.

Sono entrati nel plesso di via Nazario Sauro, dove qualche decina di ragazzi sfortunati trova ospitalità e possibilità di espletare attività educative in uno dei pochi centri attrezzati allo scopo dell'intera provincia.
Molti dei ragazzi vengono da altri centri della Lomellina.
Il CDD aveva appena avuto un contributo, da un gruppo di beneficenza, per l'acquisto di un PC portatile. Dopo molto tempo e molte richieste finalmente il CDD aveva avuto questo piccolo, ma evidentemente importante, strumento tecnologico per proseguire con le proprie attività.

I delinquenti sono entrati e hanno sottratto il PC, insieme a un gruzzolo di soldi.
Non sanno, (la loro facoltà mentale non lo permette) il danno che hanno compiuto, lo sconforto provocato non solo nei ragazzi ma nei volontari e negli operatori che lavorano presso il CDD.
La sicurezza è anche questa e a niente serve minimizzare come gli struzzi.
Il CDD da un anno e mezzo è stato ristrutturato: chiedo all'Assessore Invernizzi(servizi alla Persona) che legge il Blog, se esiste presso il plesso un impianto d'allarme, al giorno d'oggi ormai presente anche in tante case private.
Ecco questo intervento, insieme al pulmino per il trasporto dei disabili (mi dicono rotto da un pezzo.....), sarebbero altri modi i vedere ben spesi i soldi provenieti da ENI.

Rendiamo almeno più difficile la vita a questi delinquenti.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

E' veramente disgustoso quello che è successo al CDD.
Condivido la necessità di intervenire con soluzioni di prevenzione alla struttura (impianto di allarme o installazione di videocamere).
Colgo anche l'opportunità di segnalare quanto accaduto nella scorsa serata, tra le 21,00 e le 23,00. Un gruppo di ragazzini su biciclette si è divertito al lancio di, coni di segnalazione lavori in corso, contro proprietà private nel rione contò.
Due casi differenti ma suscettibili di approfondimento sia in termini di sicurezza che di rapporti socio-educativi.

vittorio airoldi ha detto...

Occorre veramente ragionare su come provvedere per porre rimedio a questi episodi finchè, ammesso che lo sia ancora, siamo ancora in tempo, altrimenti andremmo da un eccesso all'altro ovvero saremo costretti davvero ad uno stato di polizia o alla militarizzazione e sfido chiunque a dimostrarmi il contario. Per quanto riguarda quei scellerati ragazzini che si sono "divertiti" nel rione Contò, penso che per prima cosa dovrebbero essere educati certi genitori perchè, se venissi a sapere che mio figlio si fosse reso responsabile di atti simili, non la passerebbe liscia!
Comunque i BASTARDI come sono stati giustamente definiti, se vengono beccati, difficile, .....
Voi cosa fareste?
Chiediamolo a certi giudici troppo benevoli.

Anonimo ha detto...

Mi collego alla semplice frase estratta di Elvio, solo per qualche secondo di riflessione,"....ma purtroppo entrati ormai nell'ordinarietà, tanto da passare sfortunatamente quasi inosservati...." Questa si chiama rassegnazione...? impotenza...? Luogo comune? Diamo per scontato che questa è la normalità? Mi chiedo se il controllo del territorio, tanto decantato, non debba partire da un minimo.. di controllo per l'appunto!!!!!!! Se in un paese come il nostro che non è certo New York, gli organismi preposti non sono in grado di controllare e ribadisco, semplicemente controllare (sarebbe piu' che sufficente) allora lasciamo che tutto quello che succede rientri nell'ordinarietà. A questo punto mi domando e Vi domando NON CHI, ma ...CI SONO GLI ORGANISMI PREPOSTI???... Un saluto a tutti gli amici del BLOG

lorenzo luccardini ha detto...

Questa è la logica conseguenza di una situazione senza controllo.Siamo in un paese in cui tutto è permesso,dove chi è +maleducato e prepotente ottiene favori e riconoscenze ,dai posteggi selvaggi agli atti vandalici ..chi è mai stato punito seriamente?Sarebbe bello per gli autori del furto al CDD l'introduzione di una punizione a carattere sociale ,invitare loro ed i loro genitori a lavorare con quei fantastici ragazzi, i loro assistenti ed i volontari che si dedicano con grande coraggio ed abnegazione alla cura di persone meno fortunate,per 1 anno naturalmente gratis!!!Non prendiamocela sempre con i carabinieri che poverini sono pochi e mal pagati.Da quanti anni si parla di una caserma nuova ed operativa con un organico + nutrito ed efficiente? Tra poco alle prox elezioni ne riparleremo ma non cambierà nulla!!Saluti e complimenti x il blog

Paola ha detto...

Caro Elvio, l’atto che hanno compiuto questi “bastardi”, perché è giustissimo chiamarli così, è veramente ignobile! Avranno avuto bisogno di soldi per la loro dose quotidiana ma non gliel’ho consigliato io di entrare nel giro della droga…
Ti voglio raccontare questo fatto…. Proprio ieri sono dovuta recarmi dal dottore e mentre si attendeva la sua venuta, tra i presenti si è aperta un’accesa discussione.
La criminalità a Sannazzaro e l’amministrazione comunale… UNO SCHIFO A TUTTO CAMPO!
Il malcontento è alle stelle! La gente non si sente sicura…. Ha paura di uscire di casa… non si sente tutelata né dal comune né dalle forze dell’ordine.
Credimi, non c’è stata una persona in quella stanza che abbia parlato bene di uno solo dei nostri politici. La cosa più bella che hanno detto del sindaco…. INESISTENTE!
E menomale che Fazzini dice che a Sannazzaro si vive bene…. Già adesso che gli hanno anche asfaltato la via che passa da casa sua stà ancora meglio…. LUI!
Pensa qualche giorno fa si sono accampati presso il campo sportivo un gruppo di “zingari”, circa 20-25 roulottes.
Beh, diversamente da Cavara Manara e altri comuni che hanno chiesto lo sgombero immediato di questa gentaglia … il comune ha permesso loro di sostare qualche giorno in quella zona che oltretutto è adibita a parcheggio auto o non a sosta di camper…
In più è stato chiesto a degli abitanti della zona di dare loro qualche fustino d’acqua…
Ma stiamo scherzando? E’ ora di finirla con tutti questi permissivismi!
Se non mi sbaglio all’ingresso di Sannazzaro c’è anche un cartello che vieta la sosta ai nomadi!
E’ ora che i nostri “dipendenti” si mettano a lavorare seriamente!
Se non sanno fare il loro mestiere allora che si dimettano!