3 ottobre 2011

219 - Contro la follia della discarica la gente c'è !

Buona giornata.
Potremmo chiamarla edizione straordinaria del Blog per raccontare la manifestazione anti-amianto di oggi.
Manifestazione riuscita sul sito della progettata discarica di cemento-amianto a Ferrera (zona Cascina Gallona).
La gente c'era e anche tanta. Almeno 100 persone, in una giornata lavorativa.
100 promotori del buon senso, che si oppongono al business e alla follia di pochi.
La Rete ha fatto da veicolo informativo strepitoso.
Le istituzioni non tutte erano presenti....

Aggiornamenti sulla discarica :

A tutt'oggi la lista dei Buoni
(Chi dice NO alla Discarica) - enti, soggetti che hanno pubblicamente affermato la loro contrarietà al progetto, è così composta:
- Comune di Sannazzaro (Amministrazione e intero Consiglio Comunale)
- Comune di Ferrera
- Comune di Scaldasole
- Precedente Amministrazione comunale di Mezzana Bigli
- Agricoltori della zona
- Legambiente
- Comitato La Nostra Sannazzaro
- Comitato per Lomello
- Vigevano Sostenibile

- Amministrazione Provincia di Pavia
- Consigliere Regionale Villani (PD)

La discarica vista da Sannazzaro :
- La Lista Bellini ha raccolto oltre 2.300 firme contro il progetto.

Saranno portate in Regione e speriamo che servano anche queste.

- Comunicato di Legambiente
Legambiente esprime solidarietà al Comitato la Nostra Sannazzaro per le preoccupazioni espresse;

riteniamo che :
• il problema amianto sia reale e vada affrontato il più presto possibile
• che ogni provincia debba affrontare autonomamente il problema (è impensabile
e “poco ecologista” pretendere di mandare il nostro amianto in altre province,
regioni o addirittura stati… ad es. la Germania)
• per il motivo di cui sopra la provincia di Pavia dovrà accogliere solo ed
esclusivamente l’amianto presente nella provincia stessa (sebbene la legge non
dia questa prescrizione)
• in attesa di tecnologie migliori la discarica appare l’unica soluzione
possibile realizzabile in tempi brevi
• la Provincia e la Regione debbano quantificare la presenza di amianto (anche
se la competenza è dell’ A.S.L.) e stabilire capacità e numero degli impianti,
trovando il giusto compromesso tra la sostenibilità ambientale (piccoli
impianti) e quella economica (mega-discarica)
• la Provincia, o ancor meglio la Regione, dovrà incaricare i propri tecnici
affinchè identifichino le zone del territorio che sono adatte ad ospitare gli
impianti, considerando gli aspetti idro-geologici ma anche l’impatto ambientale
già esistente (è vero che il “privato” può presentare liberamente una
richiesta, ma è anche vero che in mancanza di LINEE GUIDA rischiamo il caos
• debba essere privilegiata la gestione pubblica, anche insieme al privato,
rispetto ad una gestione solo di privati
• il percorso utilizzato fino ad ora (cioè un singolo Sindaco che mette a
disposizione il territorio del proprio Comune o la singola ditta che richiede l’
autorizzazione ) non è “ecologicamente sostenibile” perché la questione magari
non è ritenuta legislativamente di “interesse pubblico” … ma di fatto lo è e
coinvolge tutto un territorio
• che in tutto il percorso ci sia la partecipazione della cittadinanza, in
particolare nella fase gestionale con un Comitato di Controllo di cui facciano
parte tecnici indicati dalle Associazioni di Tutela Ambientale per evitare
“decisioni calate dall’alto”

quindi, alla manifestazione indetta dal Comitato ci saranno anche le bandiere
gialle di Legambiente,
per affermare con forza e decisione che prima di dire “l’impianto proposto a
Ferrera va bene / non va bene” è indispensabile una PROGRAMMAZIONE E
PIANIFICAZIONE TERRITORIALE DA PARTE DELLE ISTITUZIONI e poter quindi
rispondere a questa semplice domanda: il luogo scelto è davvero il migliore ?
(anzi, sarebbe meglio chiedersi se sia il “meno peggio possibile” ?)

La discarica vista da Mezzana Bigli :
- Ecco una nota che il Comitato La Nostra Sannazzaro gira con un commento di Vittore Ghiroldi, capogruppo di minoranza a Mezzana Bigli :
"Ho proposto al sindaco di Mezzana Bigli, una collaborazione/iniziative politiche da effettuare sul territorio comunale, ma la risposta è stata questa: “… non intendo fare nulla, aspetto che la Regione Lombardia si esprima …”.
Inoltre non ha permesso di utilizzare la bacheca comunale per il volantino del NO alla discarica di amianto.
A questo punto non sono per niente sicuro che, il sig. Angelo Chiesa sindaco di Mezzana Bigli non voglia la realizzazione del progetto. Fate voi le vostre considerazioni ….

Il Consigliere Regionale Ciocca (Lega) ha dichiarato in TV che "i sindaci rappresentano la sintesi delle popolazioni". Insomma la sua idea di sentire cosa ne pensano solo i primi cittadini l'ha ribadita...
Caro Ciocca, e cosa ne pensa la gente, non è forse ancora una migliore sintesi ?
Perchè si ha timore di far esprimere la gente ? Paura della loro opinione ?
Ciocca è leghista. La Lega dovrebbe difendere il territorio e l'automomia !!!!!

Ricordo che nella sezione del Blog a destra (in alto) potete sempre inoltrare le osservazioni alla Regione. Non lasciamo nulla di intentato

Ecco la mappa : guardate dove vivete e fate due conti.



Lunedì 3 ottobre si è verificato un evento davvero straordinario.
In mattinata cìè stato un presidio davanti all'ingresso nel nuovo Centro elaborazione dati ENI, in strada corradina.
Un opera tecnologica d'avanguardia.
Obiettivo dei manifestanti non era certo il Ced, ma dare visibilità alle istituzioni convenute per l'inaugurazione
Nel pomeriggio i manifestanti si sono spostati sul sito della discarica : dalla tecnologia d'avnaguardia alla follia del presente

La manifestazione anti-discarica, organizzata dal Comitato La Nostra Sannazzaro e che ha visto partecipare il Comitato di Lomello, quello di Ferrera, Vigevano Sostenibile, il Comitato di San Martino (analoga follia progettata in zona) e Legambiente, ha visto la partecipazione di oltre 100 persone.
Il tam tam via internet, email, facebook ha permesso in una giornata lavorativa di far confluire decine di persone arrabbiate e preoccupate per la salute.
Presenti anche i Sindaci di Sannazzaro e Scaldasole, rappresentanti delle liste in Consiglio comunale (tra cui la capogruppo Bellini) e un assessore di Ferrera.
A proposito di Ferrera, si è notata l'assenza del Sindaco del comune.
Assente anche il Sindaco di Mezzana Bigli, mentre presente era il capogruppo di minoranza
I tecnici hanno ispezionato la zona attorniati da decine di persone e striscioni inneggianti la salute e la difesa del territorio.
Entro l'anno si chiuderà l'iter autorizzativo e sapremo il finale della vicenda.
In mattinata, fuori dall'inaugurazione del Ced in strada Corradina, i manifestanti hanno esposto gli striscioni.
Si sono fermati a solidarizzare il Presidente della Provincia Bosone, la sua Vice D'Imperio.
Anche il Sindaco Maggi e il consigliere provinciale Fazzini hanno palesato appoggio al presidio.
Il Sindaco di Ferrera Fassina e l'Assessore Regionale hanno invece tirato dritto...
Peccato. Hanno dimostrato scarso rispetto per chi aveva solo intenzione di dare visibilità al problema discarica.

1 commento:

Mike ha detto...

Premesso che sono uno dei firmatari "no alla discarica" mi domando e rifletto in questi giorni se veramente esiste ancora la possibilità di fermare un progetto, che x chi investe denaro gli consente un guadagno di 3 volte quanto investito ???
Ma la cosa che mi ha fatto "incazzare" questa sera è stato trovare le macchine imbrattate da tante macchioline marroncine oleose, di cui ho scoperto appartenere alla nostra benamata Raffineria, abbiamo avuto riscontro dell'evento notturno??? Il Comune dov'è?
per caso necessita un altra Consulta x l'ambiente??Se avete qualche notizia fate sapere, grazie P.S. Domani dovrà riportare la macchina al lavaggio in quanto necessita un prodotto sgrassante, "e io pago".....