2 aprile 2010

151 - L'efficienza dell'amministrazione si misura sui servizi




Buona settimana
a tutti e oggi parliamo di servizi.
Nelle scorse settimane il dibattito in paese è stato tenuto alto dal tema del Bilancio, degli investimenti, delle opere che l'Amministrazione ha programmato da oggi al 2012.
Anche il Blog
ha pubblicato una sintesi del Piano , per il quale Fazzini ha inviato una sua nota che pubblico volentieri nei Post Scriptum.
Ma il Bilancio e gli investimenti fotografono la tendenza del Comune in merito alle priorità degli interventi e delle opere che l'ènte pubblico intende realizzare.
Ci sono certo anche importanti indicazioni sui costi di ogni comparto del Servizio comunale, in modo che ogni cittadino sa qual'è l'ufficio che impiega il maggior numero di risorse finanziarie,
Tuttavia dal Bilancio e dai documenti a corollario non emerge un'importante indicatore, quello forse più importante per capire se i soldi pubblici (nostri) vengono spesi bene o meno.
Quanto la gente è soddisfatta dei servizi erogati dal Comune?Quanto è soddisfatta di come vengono spesi i soldi delle tasse comparate al livello dei servizi ?

Vi dico che resto sempre perplesso rispetto agli slogan "meno tasse per tutti" e roba simile.
Certo non fa piacere a nessuno pagare le tasse, ma dal ragionamento che spesso si sente fare sulle tasse alte o basse manca sempre l'altra gamba del discorso : i servizi.
Le due gambe tasse/servizi devono equilibrarsi : se è lecito attendersi servizi eccellenti da alte tasse e altrettano logico che pochi soldi che entrano nelle casse comunali significa un livello di servizio basso.Per lo meno questo lo indica la logica, poi ci sono certo eccezioni.
Bene : come funzionano i servi zi a Sannazzaro.
Lo dissi mesi fa che forse era giustificata una ricognizione (anche on line) tra i cittadini.
Ricordo che nel nostro piccolo, una customer satisfaction dei servizi comunaali fu realizzata a gennaio 2009 (sempre disponibile nella colonna a destra del Blog).
Del resto per il Cambiamento le premesse (almeno sulla carta) ci sarebbero tutte e dobbiamo augurarci che chi amministra sappia concentrarsi prioritarimente sui servizi erogati ai cittadini.
1) L'Amministrazione comunale.La giunta è nuova, nessun legame con le precedenti amministrazioni.
2) Uffici comunali
La macchina dei servizi comunali è suddivisa in 5 settori.
Nel corso degli ultimi mesi abbiamo avuto il nuovo comandante della Polizia Locale e il nuovo responsabile del Servizio Territorio e Ambiente (i due servizi usciti peggio dall'indagine condotta dal Blog di cui vi scrivevo prima)
3) Segretario generale (chiamato anche Direttore generale).
E' nuovo. Si tratta della Dott.ssa Fausta Nigro.
Ill precedente segretario ha operato in comune per oltre vent'anni e io credo che per certe posizioni la rotazione deve essere prevista ad intervalli più brevi.

Forse mancherebbe una cosa : una migliore collaborazione tra Comune e cittadini.
Però anche su questo i giusti incontri con i residenti delle diverse zone che sta facendo l'Assessore Fuggini, l'impressione è che si vada nella giusta direzione.

Ma occorre fare di più : chiediamo ai cittadini di segnalare le cose che non vanno (come fa il Blog).
Ma soprattutto occorre attivare un sistema di monitoraggio delle infrastrutture comunali.
Come è possibile che ci siano da mesi cartelli divelti, cartelli di divieto di sosta non più veri, etc..
Sono indicatori ci quanto è decorso un Paese e di quanto i servizi di manutenzione funzionano.

E sempre servizi sono quelli della sicurezza, dove sembra che il Comune stia pensando ad introdurre una polizza a protezione degli anziani e dei vigilantes privati notturni in alcune zone.
Sono peraltro proposte che il Blog ha fatto ripetutamente e non può che farmi piacere.
Vedremo.

In ogni caso io davvero invito i cittadini tutti a non valutare l'operato della politica solo sulle opere (a volte peraltro virtuali o non indispensabili), ma a considerare serenamente e obiettivamente il rapporto tasse/servizi



Rosso stop di via Vigevano. Nuovo black-out
Da alcuni giorni il rosso-stop di via Vigevano non funziona.
Aggiungo nell'elenco delle cose che non vanno (colonna a destra)
Purtroppo l'elenco continua a incrementarsi...




La Forza dello Sport. Ultima puntata.
L'8a puntata de Il mio Podismo a Sannazzaro è stato l'ultimo pezzo scritto (per il momento) insieme all'amico Gaetano (Nino) Ferraretti.Con Nino abbiamo ripercorso la storia prima del Basket e poi del Podismo sannazzarese, sport meno celebri del calcio, ma altrettanto vissuti e popolari nella nostra piccola comunità.
Tutto il materiale è sempre disponibile nel link riportato nella colonna a destra, "La Forza dello Sport".Quello che mi auguro è che testi ed immagini possano essere utilizzati in futuro da chiunque abbia la volontà e la possibilità di predisporre su un volume e/o su supporto multimediale la storia dello sport sannazzarese.
Un modo per ringraziare anche gente come Nino che per lo sport amatoriale del nostro paese ha dato davvero tanto.



Nota di Giovanni Maggi, consigliere comunale per Aria Nuova per Sannazzaro.
La richiesta di Aria Nuova di dirottare una parte dei 160.000€ destinati a lavori di riqualificazione del verde alla sistemazione dei tigli della scuola materna A. Traversi è stata accolta dall' Assessore Fuggini.
Già il 26.03.10, una squadra di operatori ha iniziato i lavori nel cortile dalla scuola per abbattere gli alberi irrecuperabili e piantarne di nuovi e risanare quelli ancora in condizioni di non precarietà.
Ciao
Giovanni Maggi


Sono contento.
Nel bloglo dico da sempre : la collaborazione è uno dei pilastri fondanti di una comunità.
Dobbiamo tutti interessarci del paese, informare e sollecitare i servizi comunali segnalando i problemi.
Del resto l'intervento straordinario programmato dal Comune ha messo in luce una serie di situazioni critiche che avrebbero dovuto essere oggetto già da tempo di interventi ordinari (giardini di via Don Milani etc..)
Anni fa, quando lessi su un giornale il fatto che i sannazzaresi avevano il rapporto verde/abitante più alto della provincia espressi la considerazione che però oltre alla quantità era importante la qualità.
Il verde c'è e va mantenuto come si deve. Potature ordinarie comprese.


Nota di Fazzini, capogruppo in Consiglio Comunale per la lista Con Fazzini sindaco Sannazzaro cresce.Apprendo dal blog che nel 2009 il comune ha acceso mutui per 1.483.000 €.
Secondo i dati in mio possesso, sempre verificabili presso gli uffici, preciso quanto segue:
- il dato riportato è riferito al preventivo e non al consuntivo ( che verrà discusso a breve)
- di fatto il consuntivo sui mutui realmente accesi , salvo errori, ammonterà a non più di 440.000 €
- in ogni caso il preventivo di 1.483.000 contiene lavori finanziati con contributi di Eni.
Saluti cordiali.
Pierangelo Fazzini
Corretto.
In effetti i 1.483.000 fanno riferimento a previsioni di accensione di mutui per il 2009.
Ringrazio Fazzini per la precisazione



Elezioni regionali a Sannazzaro.Anche da noi si è verificato il fenomeno della massiccia astensione , tanto che ha votato solo il 63,9% e pertanto è probabile che questo abbia influito sull'esito del voto.
In ogni caso, visionando i dati sannazzaresi relativi alla tornata elettorale sulle regionali del 28-29 marzo emergono alcune interessanti indicazioni.

1) Tsunami della Lega (27,6%)
Rispetto alle regionali del 2005 la Lega triplica percentualmente i voti, raggiungendo il 27,6%, record assoluto per il nostro paese.
Rispetto a nove mesi, elezioni europee, i padani incrementano di 10 punti percentuali i loro voti con circa 130 sannazzaresi in più che hanno scelto il partito di Umberto Bossi.
Morale, tra coloro che hanno votato, circa 1 su 4 ha messo la "x" sul simbolo dell'Alberto da Giussano.
Lega primo partito in paese, credo non sia mai successo.
2) Crolla il PDL (19,5%)
Impietoso il confronto con le regionali del 2005 (Forza Italia + A.N.), dove il partito di Berlusconi perde quasi 9 punti.
Ma il dato più impressionante è che solo 9 mesi fa, alle europee del giugno 2009, il PDL prese il 35,62% dei voti.
In questo breve periodo il PDL ha perso oltre 760 voti (da 1277 a 512).
Pur considerando l'alta astensione, il partito si è in pratica dimezzato.
Ma quello che forse deve fare più riflettere è l'enorme differenza tra il dato provinciale del partito (30,4%), il regionale (31,8%) e appunto quello comunale (19,5%).
A Sannazzaro il PDL attrae molto meno che in provincia e in regione.
3) PD : luci e ombre (26,5%).Impossibile fare il confronto con le regionali del 2005 (44,9% ma con la lista insieme con l'Ulivo).
Alle elezioni europee dello scorso giugno il PD guadagna percentualmente l'1,5, ma numericamente sono circa 200 i voti persi dal partito di Bersani.
4) Fenomeno Schiaretti (UDC 14,7%).L'UDC ha triplicato i voti in percentula rispetto a giugno e li ha decuplicati rispetto alle regionali del 2005.
Merito della scelta di Amos di schierarsi a candidato regionale per il partito di Casini.
5) L'Italia dei Valori si ferma (4,5%)Il partito di Di Pietro conferma il dato delle europee, mentre rispetto alle regionali del 2005 quadruplica la percentuale.
Numericamente però, rispetto alle europee del 2009, perde circa 70 voti.
6) Esordisce Il movimento Cinque Stelle (1,6%).Beppe Grillo ha lanciato il movimento che si è presentato alle sue prime elezioni (40 voti).

Certo non sono elezioni comunali e non possono essere lette in questo senso.
Non credo quindi che vadano interpretate come un primo giudizio sull'operato della maggioranza, assolutamente no.
Ma una cosa si può certamente dire : lo tsunami leghista che ha travolto le regioni del nord, a Sannazzaro ha principalmente colpito il PDL.
Qualche riflessione in casa dei berlusconiani sannazzaresi credo vada fatta.



La parola ai cittadini. Scrivi a : cambiasannazzaro@libero.it
Le proposte di Andrea Ziglioli e di Aria Nuova per l'ambienteIn occasione della seduta della Consulta Abiente e Qualità della Vita del 22 marzo, ho avanzato alcune proposte.
Prima di tutte quella sulla “Tutela Ambientale”, un tema importante che riguarda aria, suolo e acqua: i tre elementi che catalizzano progressivamente l’ inquinamento.
L’ origine di tale inquinamento non è unicamente di tipo industriale ma dipende, per una parte considerevole, anche dal nostro stesso comportamento e dalle nostre abitudini.
Una buona sensibilizzazione ed educazione della gente potrebbero quindi tradursi in un notevole contributo al contenimento delle cause d’ inquinamento.
Approfittando del coinvolgimento delle scuole elementari e medie, con il concorso del progetto di un cestino per la raccolta differenziata lanciato dal Presidente della Consulta, ho suggerito di inserire il progetto di cartelli da posizionare vicino alle scuole, ai passaggi a livello, davanti ai tabaccai, ecc. con scritte che invitino a non tenere accesi i motori delle auto.
Il concorso va preceduto da una preparazione-discussione informativa
Sarebbe anche utile istituire una “Giornata Comunale per l’ Ambiente”, da tenersi a inizio marzo, quando è ancora vivo il ricordo delle giornate invernali con valori di PM10 elevato, supportata da iniziative che potranno cambiare ogni anno (es. posa di alberelli in collaborazione con le scuole, camminata ecologica ecc.)
Andrebbe inoltre istituita una sorta di allarme inquinamento (volantino o SMS) da lanciare nei periodi con valori di PM10 particolarmente elevati contenete consigli per anziani e bambini sui comportamenti atti a limitare i danni alla salute.
Sul piano di una valorizzazione più naturale del territorio, si dovrebbero poi studiare e censire e itinerari (stradine e sentieri) al fine di formare percorsi interconnessi intercomunali validi per tutta la Lomellina, con cartelli e indicazioni, eventuali punti ristoro/riparo con fontanelle.
Il progetto sarebbe completato dalla realizzazione di adeguate cartine che riportino l’ indicazioni dei percorsi numerati.
Il primo di tali “percorsi” che si dovrebbe migliorare ed attrezzare è il “Giro della Gorana” che molti sannazzaresi percorrono con cadenza almeno bisettimanale.
Andrea Ziglioli, membro commissione ambientale per la "Lista Aria Nuova per Sannazzaro"


La Commissione ambiente in passato è stata spesso accusata di essere improduttiva.
Vero è che per statuto l'organismo ha solo potere consultivo, può suggerire pareri e azioni da intraprendere all'Amministrazione, la quale deve poi valutarne l'effettiva applicabilità.
Speriamo che il Presidente Montanari e l'intera consulta sappia avanzare e sostenere proposte concrete, proprio come quelle indicate da Ziglioli e da Aria Nuova.
Perchè vedete la vera scommessa non è tanto nel fare o non fare.
Ma è saper costruire nel tempo tra i cittadini una migliore sensibilità ambientale, base sulla quale poi attivare le successive iniziative.



La vera origine del filare dei Tigli di viale Loreto.Vorrei evidenziare che le informazioni circolate nei giorni scorsi secondo cui ciascun tiglio di Viale Loreto sarebbe stato piantumato in memoria di un caduto sannazzarese della Grande Guerra non sono corrette.
In realtà, negli anni 30 Viale Loreto delimitava una parte del paese dalla campagna.
Queste terre di confine appartenevano al Podestà Cerri il quale su una parte di esse costruì una villa per sé (oggi di proprietà della famiglia Beolchi) mentre su un'altra parte piantumò un doppio filare di alberi per dividere la casa dai campi prospicienti e per conferirle maggiore prestigio.Successivamente, i terreni di proprietà Cerri vennero ceduti a terzi per la realizzazione di nuovi caseggiati.
In quest'occasione uno dei due filari di alberi venne abbattuto perché violava le norme di rispetto delle distanze dalle costruzioni.
Così facendo rimase un solo filare, quello ancora oggi esistente.
Per la ricostruzione storica ringrazio Giuseppe Marchini il quale si è avvalso, fra l'altro, della competenza di Rosalia Carpani che le possiede le copie dell'Eco di Sannazzaro dal 1848 ad oggi.
Ti invio anche alcune cartoline che appartengono all'archivio di Angelo Saporiti e che ci ricordano com'era Sannazzaro negli anni passati.
Ti chiedo di pubblicarle sul Tuo blog per dare la possibilità ai sannazzaresi di riconoscere gli spazi e le strade che vivono tutti i giorni e per sensibilizzarli sul tema della tutela del loro territorio e delle loro condizioni di vita.
Paolo Montanari Presidente della Consulta Comunale per l'Ambiente.

E io ringrazio Montanari per aver informato i cittadini sulla vera origine dei Tigli.
E' importantissimo che la memoria storica resti sempre viva e presente nella comunità.
Proprio come le piante, la conoscenza della storia locale e delle tradizioni sono del resto le nostre radici e si sa che senza radici la pianta muore.
Pubblico volentieri le immagini (perchè non provare a riprodurne alcune in formato grande e esporle per il paese, nei luoghi pubblici, in Comune, nelle scuole ???) e spero che noi tutti possiamo portare più rispetto per il paese in cui viviamo.
Il rispetto per il territorio e l'ambiente che ci circonda sono i primi obiettivi da raggiungere per migliorare la vivibilità.
Cambia Sannazzaro è anche questo, il rispetto anzitutto per il luogo dove si vive.

Ecco le immagini (cliccare per ingradire)






Suggerimento per il Vostro cellulare.
Da qualche periodo gira in rete un messaggio importante.
"MESSAGGIO IMPORTANTE della Protezione Civile da divulgare a tutti.
Gli operatori delle ambulanze hanno segnalato che molto sovente, in occasione di incidenti stradali, i feriti hanno con loro un telefono portatile.
Tuttavia, in occasione di interventi, non si sa chi contattare tra la lista interminabile dei numeri della rubrica.
Gli operatori delle ambulanze hannolanciato l' idea che ciascuno metta, nella lista dei suoi contatti, lapersona da chiamare in caso d' urgenza sotto uno pseudonimo predefinito. Lo pseudonimo internazionale conosciuto è ICE = (In Case of Emergency).
E'sotto questo nome che bisognerebbe segnare il numero della persona da contattare utilizzabile dagli operatori delle ambulanze, dalla polizia, dai pompieri o dai primi soccorritori.
In caso vi fossero più persone da contattare si può utilizzare ICE1, ICE2, ICE3, etc.
Facile da fare, non costa niente e può essere molto utile.
Se pensate che sia una buona idea, fate circolare il messaggio affinché questo comportamento rientri nei comportamenti abituali.
Con l' augurio che non serva mai!!!"

Dalla Rete



Dai Gruppi di Cammino un aiuto alla sezione Avis.I Gruppi di cammino sono un'iniziativa che meglio di ogni altra testimonia dove può portare l'efficienza, la passione e la sinergia tra le reatlà del territorio.
I Gruppi di cammino sono una realtà che si sta diffondendo in tutta la Lomellina e la Provincia.
Sannazzaro è stato uno dei primissimi centri in cui si è sperimentato il fenomeno che ha come fine il connubbio tra sport e socializzazione.
Il Gruppo Podistico AvisAido, con il patrocinio del Comune e dell'Azienda Sanitaria Locale, da quasi un anno organizza settimanalmente due appuntamenti che permettere a chi lo voglia di camminare nelle campgane circostanti socializzando in compagnia. (
www.avissannazzaro.it).
Oltre alle camminate settimanali, nelle serate del 1 e del 31 marzo si sono svolte le due "Camminate al Chiar di Luna", che hanno visto la partecipazione di oltre un centinaio di persone per ogni appuntamento.
Nelle due occasioni, è stato possibile raccogliere anche dei fondi per la locale sezione Adei donatori di sangue sannazzaresi (AVIS), impegnati nell'opera di rilancio e di verifica sulla prossima apertura in paese del centro in cui effettuare le donazioni.
G.P. AvisAido, Comune, Avis e cittadini : davvero un bell'esempio di lavoro di squadra.


G.P. Avisaido estende i Gruppi di cammino anche a FerreraL'esperienza deo Gruppi di Cammino organizzati da tempo dal Gruppo Podistico AvisAido permetterà di far decollare analoga iniziativa anche a Ferrera, dove il Comune ha patrocinato la cosa.
Walking leader l'amico Protti del G.P.Avisaido.
BUONA PASQUA A TUTTI !!!

Nessun commento: