27 gennaio 2009

Nuova rilevazione : la stima dei sannazzaresi


Buona giornata a tutti.

Dopo la rilevazione sul gradimento dei sannazzaresi sui servizi comunali,dopo la scelta dei cittadini dell'Assessore che ha operato meglio, dopo cheil Blog ha rilevato come la grande maggioranza dei cittadini vuole nuovi grandi punti vendita a loro disposizione e dopo che si è rilevato il sentiment sugli stranieri in paese, oggi Cambia Sannazzaro lancia un nuovo sondaggio.
La stima dei sannazzaresi verso il loro paese.

Sondaggi, rilevazioni etc, non sono fatti a caso.
Servono in primis ai sannazzaresi per conoscere ancora meglio ola realtà in cui vivono.
Ma servono ai politici, in carica o prossimi candidati alle elezioni di primavera, per conoscere le priorità e l'opinione dei cittadini-contribuenti. Cioè tutti noi Del resto, i nostri dipendenti politici, dovrebbero sempre agire nell'interesse della gente. Diciamo che,anche su questo, il Blog aiuta la comunità a confrontarsi.

Parliamo della nuova rilevazione sulla stima.
Si tratta di un questionario molto semplice che prevede 5 semplici domande e altrettante risposte da compilare in formato anonimo.
Sono domande che fanno riferimento alla stima che abbiamo nei confronti della gente, delle associazioni di volontariato, dei politici locali, dei servizi e dei dipendenti comunali e di Sannazzaro nel suo complesso.
Qui puoi partecipare al questionario.

In ogni caso la rilevazione sarà disponibile per qualche settimana nella colonna a destra del Blog.



Sul tema della neve artificiale continua il dibattito.

Sull'ultimo post era interevnuto il ViceSindaco Fazzini che ha negato l'esistenza di una precedente convenzione stipulata a suo tempo con ENI a fronte del disagio provocato dalla condensa, così come aveva affermato Pietro Signorelli.

Da piazza virtuale qual'è, oggi Pietro Signorelli replica alle parole di Fazzini.

"Certo non mi sono inventato le cose.
La convenzione oggetto del contendere fu stipulata per opere di arredo urbano, tra cui la famigerata fontana di piazza Palestro.
Alla riunone con l'Eni erano presenti l'avvocato Baino, legale della raffineria, l'Ing.Gaspari Direttore uscente, l'Ing.Anselmi Direttoreentrante e Scharetti, oltre a Debiaggi.
Chi era presente si ricorda che negli 800 milioni era compreso anche il danno da neve artificiale,che ovviamente l'Eni non volle che fosse citato per scritto.
Certo, e qui faccio ammenda, solo una parte degli 800 milioni riguardava la neve e ripeto non fu citata di proposito.


Forse abbiamo quadrato il cerchio. Ci fu un risarcimento che ENI riconobbe ai sannazzaresi, ma questo fu fatto passare per interventi di arredo urbano. In ogni caso più basso di 800 milioni di lire, in quanto la cifra comprendeva anche altro.

Non so se questo sarà l'ultimo post della vicenda condensa (il Blog resterà sempre a disposizione di chiunque voglia intervenire sul tema).
Quello che io penso adesso è che per verificare la reale volontà degli amministratori esiste un banco di prova.
I nuovi impianti di trattamento delle sabbie bituminose per il quale ENI sta chiedendo agli enti competenti le autorizzazioni.
Il tema è stato oggetto anche dell'ultima consulta per l'ambiente, presieduta da Roberto Zucca.
Ho partecipato a tale consulta e l'ho trovata moltop interessante ed invito i cittadini ad informarsi (per poi discutere...) leggendo il verbale della riunionetra breve a disposizione nel sito del comune.

Tra i punti emersi c'è la buona notizia che l'arrivo della sostanza da raffinare sarà via oleodotti e non camion e quindi senza ulteriore inquinamento da mezzi di trasporto.
Però sembra che la condensa potrebbe aumentare.

Ci sono anche altri aspetti che è giusto che chi deve autorizzare tenga presente, nell'interesse dei cittadini.
Tuttavia la condensa è un problema. Soluzioni?
Bè intanto monetizzar il più possibile tramite convenzione e poi la solita ed eterna domanda: ma i vapori emessi all'origine, non si possono impieare per utilizzo civile teleriscaldamento e/o piscina?).
Chiediamo che ENI spenda 10-20.000 euro per finanziare uno studio di fattibilità condotta da terze parti, che arrivi ad individuare se tali realizzazioni si possono o non si possono fare.
Per competezza va detto che i nuovi impianti sorgeranno sul territorio di Ferrera.




AVIS Sannazzaro in crescita

Continua la crescita della sezione Avis del nostro paese.

Ricostituita nel 2005 a soli 3 anni dalla ripresa delle attività i donatori a fine 2008 sono diventati 48 quadruplicando il numero e le donazioni degli avisini sono balzate oltre quota 90.
Un esempio che testimonia la grande solidarietà che anima i nostri concittadini donatori.
Per il 2009 la speranza è di vedere, se non realizzata, ma almeno individuata l'Unità di raccolta.
Se 50 sannazzaresi per donare parte del proprio sangue sono disposti a recarsi a Mede (attuale centro prelievi), vi lascio immaginare l'incremento dei donatori se si riuscisse ad aprire l'Unità di raccolta in paese. Per il momento dobbiamo essere fieri dei nostri 50 concittadini.
Tutte le informazioni su Avis Sannazzaro sul sito della sezione .


La Marcia della Merla 2009

Il Gruppo Podistico Avis Aido ha organizzato domenica scorsa la 26a edizione della "Marcia della Merla". Sono state centiania le persone che, provenienti da tutta la regione e per nulla intimoriti dal clima rigido, hanno percorso le diverse distanze predisposte.
I circa trenta aderenti al GP AvisAido, hanno presidiato i punti di controllo ed i ristori volanti e finale.
Valido, come sempre, il contributo della Croce d'Oro e del GLPI (Protezione Civile).
Ecco alcune foto dell'evento, per le quali ringraziamo l'amica Sonia.




Alla prossima e continuiamo a fare il passa-parola per diffondere il Blog.

Nessun commento: